La giustizia sportiva aggrava la sentenza per il Frosinone

Il club ciociaro non solo si è visto respingere il ricorso dalla Corte Sportiva D’Appello Nazionale per le sanzioni inflitte per quanto accaduto nella gara di ritorno dei play off contro il Palermo, ma dovrà giocare due gare a porte chiuse e in campo neutro

1192
Palermo Frosinone
Un'azione in Frosinone-Palermo (Tweet ufficiale Frosinone)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Nessuna speranza per il Frosinone di veder quanto meno ridotte le sanzioni dopo quanto accaduto nella gara di ritorno dei play off contro il Palermo del 16 giugno scorso. La prima Sezione della Corte Sportiva D’Appello Nazionale presieduta da Piero Sandulli ha infatti rigettato il ricorso del club ciociaro presentato contro le sanzioni dell’ammenda di 25mila euro e l’obbligo di disputare 2 gare a porte chiuse. “In applicazione della facoltà di cui all’art. 36, comma 3, del Codice di Giustizia Sportiva, la Corte ha aggravato le sanzioni, irrogando anche l’obbligo di disputare le 2 gare a porte chiuse in campo neutro” si legge sul comunicato Figc.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.