Seconda chiamata stagionale per Michael Fabbri

Concittadino di mister Ballardini, con lui il Genoa ha riportato sette sconfitte su nove precedenti. Al Var il "pro" Luca Banti

644
Fabbri
Michael Fabbri (Gabriele Maltinti/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

È Michael Fabbri, arbitro faentino, l’uomo chiamato a dirigere il Genoa per la decima volta in carriera. Appartenente alla sezione Aia di Ravenna (la città di mister Davide Ballardini), con Michael Fabbri il Grifone non vanta un ruolino di marcia particolarmente positivo: una vittoria ed un pareggio – entrambe in casa – e le restanti solo sconfitte. I tre punti, peraltro, mancano dal 17 febbraio 2018, quando i rossoblù davanti al pubblico amico inflissero due reti all’Inter, senza subirne alcuna.

Nelle gare disputate dai rossoblù all’interno del “Luigi Ferraris”, il Genoa con l’impiegato 37enne prestato al calcio professionistico ha conseguito anche due sconfitte. Lontano dal capoluogo ligure, invece, zero punti in quattro occasioni. Nella stagione attuale, Michael Fabbri è già stato designato per la direzione di Sassuolo-Genoa, terminata con la vittoria dei neroverdi.

Il team delle giacchette nere è completato da Valerio Vecchi e da Francesco Fiore, rispettivamente delle sezioni di Lamezia Terme e di Barletta. Antonio Giua della sezione di Olbia (Sassari) assolverà l’incarico di quarto ufficiale di gara, così come fece in occasione del Genoa-Sassuolo precedentemente menzionato.

Gli arbitri in regia saranno il Var “pro” Luca Banti, della sezione di Livorno, col quale in trasferta il Genoa non ha mai vinto, e Ciro Carbone della sezione di Napoli.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.