Corriere dello Sport, Preziosi: “Ho perso 200 milioni nel calcio”

Il presidente del Genoa intervistato dal quotidiano sportivo spiega: "Puoi ripianare solo con le plusvalenze"

5215
Preziosi Genoa
Il presidente Enrico Preziosi (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“I beceri dicono che io porto via i soldi. Ci ho pero almeno 200 milioni nel calcio”. Lo ha affermato Enrico Preziosi in un’intervista a tutto campo a Giancarlo Dotto del Corriere dello Sport. “Lo sanno tutti, tranne i nostri tifosi. Spendi 70 ogni anno e te ne arrivano 45, se va bene. Puoi ripianare solo con le plusvalenze” aggiunge il presidente del Genoa. E a proposito di mercato, Preziosi annuncia che inserirà “due o tre innesti che farò a gennaio, a centrocampo, a sinistra dove abbiamo perduto Laxalt e un portiere”.

Riguardo agli striscioni esposti durante le gare al Ferraris contro Napoli e Spal, Preziosi spiega: “Ho denunciato tutto verbalmente al capo della Digos. Qualche azione legale la faccio con certi post allucinanti che devi stoppare”.

Riguardo agli allenatori, Preziosi afferma: “Il mio errore non è stato mandare via Ballardini, ma richiamare Juric”. Su Prandelli: “Mi ha convinto. Ho trovato un uomo molto motivato e ricco di esperienza”.

Su Piatek: “Il problema di Piatek non è quanto mi offriranno, ma i 3 milioni che mi chiederà lui d’ingaggio”. Lapadula: “L’ho pagato 15 milioni. Non è un grandissimo giocatore, ma confido ancora”.

Infine, una nota scherzosa. Dotto spiega: “L’anagramma di Enrico Preziosi, “Scopri erezione”. Risponde il presidente: “Giura? Davvero? Beh, io sono sempre stato un po’ discolo da quel lato lì”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.