Zapata, reazione da campione: spazzate via le critiche di Roma

Ottima prova contro la Fiorentina tra gol e duello vinto contro Boateng

1978
Zapata Genoa
Zapata in gol (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Si è calato nel sistema Genoa con massima professionalità. E con il sorriso. Serietà e positività, doti che solo i campioni sanno coniugare con disinvoltura. Cristian Zapata, acquisto passato in sordina in estate per la formula del trasferimento, è una risorsa rossoblù. L’ha capito Andreazzoli, che fin dalle prime amichevoli l’ha piazzato al centro della difesa, a comandare e svettare. Come una torre di ferro, il soprannome che gli hanno dato in Colombia. L’ha capito anche Romero, che da Zapata (quattordici anni nel calcio europeo) può imparare ogni trucco del mestiere.

Contro la Fiorentina ha allontanato le critiche ricevute dopo Roma, dimostrazione che dal banco degli imputati ci si discolpa solo con i fatti. Zapata ha reagito bene, al di là del gol che, comunque, impreziosisce il risultato e la pagella personale. Il colombiano ha cancellato Kevin Prince Boateng – ex compagno di squadra al Milan – inibendo con la sua esuberanza fisica i cambi di ritmo del ghanese. Potenza gestita con ammirevole controllo, perso solo in occasione dell’esultanza, non rabbiosa ma nemmeno angelica. É prematuro e fuori luogo criticare un calciatore dopo i primi novanta minuti di campionato che, tra l’altro, hanno regalato al Genoa un 3-3 all’Olimpico.

Andreazzoli non ha messo in discussione Zapata, nemmeno per un istante. Poco saggio, e forse irrispettoso, farlo nei confronti del leader della retroguardia rossoblù. Incassata la fiducia Zapata ha reagito immediatamente con un gol di testa dagli sviluppi di calcio d’angolo. Merce rara da parecchi anni al Genoa. Situazione che potrebbe ripetersi tra dieci giorni contro l’Atalanta di suo cugino Duvan, una sfida che per i tifosi del Grifone non è più come le altre da quando Gasperini guida con enorme successo i bergamaschi. Una partita nella partita, da più punti di vista, che il Genoa giocherà con una certezza in più in difesa.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.