Tutte le iniziative del Genoa e dei tifosi per ricordare le 43 vittime di Ponte Morandi

Un minuto di silenzio prima del fischio d'inizio della gara contro l'Empoli. La Nord in silenzio per 43 minuti. Cesare, figlio di Andrea Cerulli del Club Portuali Voltri, è stato invitato allo stadio da capitan Criscito

810
Ferraris Marassi stadio Genova Genoa
Stadio Luigi Ferraris
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Oltre al minuto di silenzio prima del fischio d’inizio della gara contro l’Empoli, il Genoa e i suoi tifosi hanno approntato una serie di iniziative per onorare la memoria dei morti del tragico crollo del Ponte Morandi. Eccole riassunte nella nota del club rossoblù.

“In silenzio per 43’, ma presenti. Quasi 20mila tifosi sono previsti al Ferraris, per stringersi intorno alla squadra, in una serata che verrà ricordata per la commemorazione delle vittime di Ponte Morandi, tra cui Andrea Cerulli, che lavorava alla Compagnia Unica e faceva parte del Genoa Club Portuali Voltri. Cesare, suo figlio, è stato invitato al Ferraris da capitan Criscito. Una delegazione di supporter entrerà sul terreno di gioco per un ricordo collettivo di tutte le vittime. Non ci saranno musica e intrattenimento nel pre-partita. Neppure il tour delle Genoa Experience.

Il dolore è grande. Come la voglia di rialzarsi. Domenica sera si potrà raggiungere lo stadio da tutte le direzioni. Il piano di viabilità predisposto a tempo di record dalle autorità sta garantendo la circolazione sulle strade, al di là dell’implementazione della mobilità ferroviaria, delle corse sui mezzi Amt e della metropolitana. La città rimane visitabile a tutti gli effetti dai turisti. Le istituzioni hanno approntato una campagna di comunicazione, per invogliare più gente possibile a venire a Genova e partecipare simbolicamente alla ricostruzione”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.