Roberto Scotto: «Preziosi mi ha spiegato che non ci sono trattative per la cessione del Genoa»

Il capotifoso ha chiesto il chiarimento al presidente prima di nominare uno studio di commercialisti per la verifica delle negoziazioni riguardo alla vendita del club

8239
Preziosi
Preziosi al quartier generale del Genoa a Genova Pegli (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Non c’è alcuna trattativa per la cessione del Genoa. Lo ha spiegato Roberto Scotto, storico capotifoso rossoblù, sulla sua pagina Facebook citando una dichiarazione di Enrico Preziosi. «Come avevo detto passata la scorsa settimana – scrive Scotto – ho ricontattato il proprietario del Genoa per chiudere il contratto sul controllo della cessione e adempiuto anche al compito di chiedere al nostro professionista la disponibilità di andare a Milano a conoscere i vertici di Assietta per mettersi d’accordo sulle scadenze con cui saremo dovuti essere messi al corrente degli sviluppi. Gli ho fatto una domanda: siccome non vorrei che i Genoani buttassero via dei soldi per niente siamo sicuri che c’è una trattativa in corso? La risposta è stata no, c’è stato un interesse ma probabilmente solo per mettere sotto pressione la Samp per vendere, se volete posso passare l’incarico al vostro professionista (sapendo che non poteva avere i requisiti di advisor) così vedrete che non c’è nessuno che vuole il Genoa».

Scotto conclude con grande amarezza: «A questo punto ho detto a Preziosi che se non ci sono trattative non ha senso neanche controllare e a questo punto è chiaro che il Genoa non avrà una nuova proprietà per quest’anno: io mi tiro fuori perché il mio unico interesse era capire se c’era e come andava la trattativa, ma la trattativa è ferma ai preliminari è bloccata da subito. Il mio ingresso nell’alta finanza è finito qui, sono contento che questa iniziativa sia servita a far capire a tutti i Genoani che non c’è nessuno secondo Preziosi interessato al Genoa, e che noi Genoani siamo soli in questo abisso. Chiudo questa esperienza ringraziando tutti quelli che ci hanno creduto e mi hanno sostenuto per quanto riguarda il prosieguo della contestazione la palla passa ai gruppi della Nord e alla TO che avranno la mia più completa adesione a tutte le iniziative. Ci ho provato mi spiace aver fallito, ma almeno un tentativo andava fatto, ora almeno sappiamo che le voci che giravano erano solo una presa in giro al popolo Genoano!».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.