Rissa a Piazzale Kennedy, Daspo per otto ultrà di Genoa e Samp

I fatti risalgono allo scorso 24 febbraio

4728
Genoa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

L’autorità giudiziaria ha irrogato trentuno anni di Daspo a otto ultrà che presero parte a una violenta rissa accesa lo scorso 24 febbraio a Piazzale Kennedy alla quale parteciparono diversi tifosi del Genoa e della Sampdoria con il volto coperto: la Digos è riuscita a individuare alcuni partecipanti. I provvedimenti dell’autorità giudiziaria hanno una durata massima di dieci anni e minima di un anno: per due soggetti recidivi, già destinatari di precedente Daspo, è stato imposto anche l’obbligo di presentazione presso un Ufficio di Polizia durante gli incontri di calcio del Genoa e della Sampdoria per la medesima durata della misura di prevenzione.

Infine, come riporta il quotidiano La Repubblica, per una delle persone coinvolte, oltre all’obbligo di presentazione poiché già condannato definitivamente per altri reati, è stata imposta l’ulteriore prescrizione del divieto di possesso e utilizzo, per la durata della misura da scontare, di armi a modesta capacità offensiva, strumenti di libera vendita in grado di nebulizzare liquidi o miscele urticanti, prodotti pirotecnici, nonché sostanze infiammabili e mezzi idonei a provocare lo sprigionarsi di fiamme.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.