REPUBBLICA GENOVA – Genoa, accordo per la cessione ma alla fine i soldi non arrivano

Una cordata piemontese con a capo Andrea Bruzzone e Pier Domenico Garrone, aveva offerto 30 milioni più i debiti

32269
Preziosi Genoa
Enrico Preziosi, presidente del Genoa

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Dopo 17 anni, Enrico Preziosi è stato vicinissimo a cedere il Genoa, spiega l’edizione genovese de La Repubblica. Una cordata piemontese con a capo Andrea Bruzzone e Pier Domenico Garrone, aveva offerto 30 milioni più i debiti: regista occulto dell’operazione, che mai ammetterà di essere coinvolto, sarebbe stato un presidente di serie A molto legato a Preziosi. Anche la due diligence era stata completata senza problemi. Ma c’è stato un intoppo: al momento di porre le firme sul contratto, non è giunto il bonifico con la somma pattuita per l’operazione.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.