Perinetti: «Lascio il Genoa, il mio addio credo sia giusto»

Il direttore generale del Grifone a Radio Kiss Kiss Napoli: «Il presidente ha in mente cambiamenti societari ed è una decisione che ho condiviso»

5918
Giorgio Perinetti (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Andreazzoli al Genoa? Non ho deciso io il suo arrivo ma che condivido in pieno nonostante non mi fermerò al Genoa quest’anno». Giorgio Perinetti ha confermato di essere ormai ai saluti col Genoa ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli. Il direttore generale ha spiegato: «Il mio addio credo sia giusto, il Genoa ha in mente cambiamenti societari ed è una decisione condivisa col presidente. Ho dato il mio contributo al Genoa dopo esser arrivato in una situazione critica. Adesso c’è bisogno di novità e cambiamento ed il presidente potrà fare le sue scelte».

Riguardo al suo futuro, il dirigente rossoblù ha aggiunto: «Le vacanze, poi vedremo. Verona? Si accavallano tante voci, sono idee che poi non è detto si concretizzino». E torna su Andreazzoli: «E’ un tecnico che ha avuto riconosciuti in ritardo i propri meriti».

Perinetti conclude con le manovre di mercato tra Genoa e Napoli che non si sono concluse: «Piatek al Napoli se Higuain non fosse andato al Chelsea? Non credo. Per avere dei grandi giocatori non bisogna solo approcciare ma chiudere le operazioni. Di sicuro il Napoli si è mosso per primo così come con Kouamè ma anche in questo caso non si è concretizzata l’operazione».

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.