Genoa Club Portuali Voltri – Tra i tanti addii l’unico rimpianto è per la Lotto

In questo periodo ci sono comunque i primi piccoli segnali che riguardano il futuro del Grifone: alcune portano a situazioni vecchie e già conosciute, altre indicano aria di cambiamento

2145
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

In questo fase dell’anno dove di concreto non c’è quasi nulla, dove il vento caldo dell’estate accompagna voci senza fonti sicure ed altre voci senza senso, ci sono comunque i primi piccoli segnali che riguardano il futuro del Genoa: alcune portano a situazioni vecchie e già conosciute, altre indicano aria di cambiamento.

Ma nel fantastico universo rossoblù può capitare che vecchio e nuovo abbiano la stessa matrice, ed è proprio il caso che riguarda il tema fondamentale, ovvero quello della cessione delle azioni di Preziosi: come al solito girano voci su fondi stranieri e su trattative per un cambio al vertice societario, ma anche stavolta il calciomercato estivo lo farà il vecchio presidente.

Ammesso che possa davvero arrivare un nuovo proprietario, non possiamo certamente pensare che si debba aspettare l’insediamento dei nuovi vertici prima di potersi muovere nel mercato!
Pertanto va bene che l’attuale presidente attrezzi oggi la squadra per la prossima stagione, ma noi tifosi rimaniamo comunque spettatori rassegnati di fronte alle scelte che sta facendo e che farà in questo periodo, perché non crediamo a volontà di rivalsa o a improvvisi cambi di rotta nel l’atteggiamento che da sempre Preziosi ha quando c’è da fare compravendita di giocatori o scelte sullo staff tecnico, figuriamoci poi se davvero dovesse cedere nel breve la società.

Altra novità “non nuova” riguarda il cambio dello sponsor tecnico.
Infatti il Genoa oggi ha ufficializzato il ritorno del marchio Kappa sulle nostre divise sportive.
Noi Genoani amiamo la nostra casacca tradizionale e siamo sempre mal disposti ai suoi cambiamenti, perché li consideriamo irrispettosi.
Bisogna però riconoscere che nei suoi ultimi anni di collaborazione la Lotto aveva compreso appieno il nostro volere ed aveva prodotto mute belle e rispettose, persino quando ha lanciato una terza maglia di successo, come quella Blu di due campionati fa.

Purtroppo l’avversione della nostra gente nel voler contribuire alle casse dell’odiata proprietà ha fatto sì che anche sotto Natale i Genoani hanno preferito comprare le artigianali maglie rossoblu autoprodotte dai vari Genoa Club piuttosto che lasciare palanche nello store ufficiale, con grande rammarico più per la Lotto che per Preziosi.
Torna quindi la Kappa, con quel suo pessimo vizio di tappezzare maglie e pantaloncini con una infinita serie di loghi ripetivi, o mettere gigantografie del loro simbolo sulle spalle che danno solo l’idea di prodotti corporei piccioneschi caduti dal cielo.
Incrociamo le dita….

Ancora nella categoria “vecchie novità” leggiamo la news del ritorno di Capozucca: questa notizia è comunque migliorativa se paragoniamo chi arriva a chi se ne va.
Pur avendo un passato non sempre esente da colpe o errori, Capozucca conosce bene l’ambiente Genoano e di sicuro non commetterà le nefandezze fatte da Perinetti soprattutto a livello di comunicazione, come quando commentava in termini positivi o fatalisti le cessioni vere (Piatek e Romero) o presunte (Kouame e Radu) in ogni contesto fosse convocato.
Ma anche dal punto di vista strettamente tecnico non sappiamo se i fallimentari arrivi di Lerager e Sanabria siano da considerare suoi errori o se Perinetti abbia responsabilità “politiche” per aver avvallato le scelte di Preziosi sul mercato.
Capozucca difficilmente potrà fare peggio di lui, questo mi sento di poterlo dire già ora.

Infine la questione allenatore: pare scontato l’allontanamento di Prandelli e l’arrivo di Andreazzoli.
Io non mi sbilancio sulle qualità e sulle potenzialità dell’ex Mister dell’Empoli.
Di primo acchito sembra una mossa che rappresenta la volontà di Preziosi di puntare ad un campionato il cui obiettivo è la salvezza ed il cui metodo prevede un gioco articolato e non difensivista.
Andreazzoli ha potuto contare ad Empoli su un centrocampo molto tecnico e su cursori bravi e veloci, ma giocatori con queste qualità al Genoa non ne vediamo da molto tempo.
Anche in questo caso possiamo solo pregare e sperare.

Infine un pensiero rivolto a Prandelli, uno dei protagonisti più deludenti della stagione appena terminata.
Nessuno lo rimpiangerà sotto la Lanterna per ciò che ha fatto in campo, ma anche dal punto di vista umano il Mister lascia a Genova una impressione molto deludente: stiamo ancora tutti aspettando la sua ventilata conferenza stampa di fine campionato in cui avrebbe dovuto spiegare perché il Genoa ha ottenuto una salvezza così faticosa.
Personalmente non riesco ancora a capire cosa pensi davvero del nostro ambiente visto che seppur abbia elogiato il nostro pubblico, spesso però si è morso la lingua facendo intuire che il disfattismo Genovese sia la causa degli insuccessi della squadra, anziché dare nette responsabilità a chi ha venduto (senza una sua vera opposizione) il centravanti della squadra a metà campionato.

Ma Prandelli ha deluso soprattutto a livello tecnico: pochissime le partite impostate per vincere: forse solo quella di Empoli e gli ultimi minuti con l’Atalanta hanno visto l’impronta della mano dell’allenatore.
Invece rimarrà per sempre nella nostra storia la vergognosa preparazione e l’assurda gestione di Fiorentina-Genoa, quando la nostra squadra è rimasta in balia degli eventi sperando ed approfittando dei guai altrui.
Cosa peraltro già capitata quando allenava a Firenze.
Infatti è stato proprio Prandelli ad ammettere che la qualificazione in Champion ottenuta dalla Fiorentina nel famoso 3-3 contro il GaspaGenoa era figlia dell’errore nel finale di partita di Milanetto anziché di eventuali meriti Viola.

E voi cosa ne pensate?
Commentate qui sotto, fateci conoscere il vostro parere!

Forza Genoa!

Andrea Moresi – Genoa Club Portuali Voltri

Riceviamo e pubblichiamo

🔴🔵

Se vi piace ciò che facciamo suggerite ai vostri amici di seguirci e di rimanere sempre aggiornati mettendo il classico Like sulla nostra pagina, raggiungibile su
http://www.facebook.com/gcportualivoltri

TRA I TANTI ADDII L’UNICO RIMPIANTO È PER LA LOTTOIn questo fase dell’anno dove di concreto non c’è quasi nulla, dove…

Publiée par Genoa Club Portuali Voltri sur Vendredi 14 juin 2019

Accetta i statistics, marketing per visualizzare questo contenuto.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.