Nel 1988 ci lasciava Enzo Tortora

Il celebre giornalista e presentatore della Rai era anche un tifoso del Genoa a cui è stato dedicato un club

582
Enzo Tortora

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sono passati 32 anni dalla scomparsa del giornalista e presentatore televisivo Enzo Tortora. La sua carriera si è svolta prevalentemente in Rai, dov’era stato assunto a soli 23 anni. Tutti ricordano il successo ottenuto con la conduzione della Domenica Sportiva negli anni ’60 e l’ormai celebre “Portobello” degli anni ’80, un programma dove c’era di tutto: dall’offerta di oggetti da parte di persone invitate al “Dove sei” sui casi delle persone scomparse in guerra, oltre al famoso pappagallo. Rimase vittima della triste vicenda giudiziaria, detta appunto “Caso Tortora”: nel giugno del 1983 fu arrestato per traffico di stupefacenti e associazione di stampo camorristico, accusato da alcuni pregiudicati. Fu completamente scagionato da tutte le accuse nel 1986 dalla Corte d’appello di Napoli e in modo definitivo nel 1987 dalla Corte di Cassazione. Tortora era anche un tifoso genoano: a lui è stato dedicato un club rossoblù nel 2008 (clicca qui per l’intervista a Franco Sensi), fondato da Franco Sensi e Vittorio Pezzuto, autore della biografia di Tortora “Applausi e sputi”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.