Lecce-Genoa, Marelli: «Pandev rischia una squalifica di più giornate»

Rocchi ha preso la decisione corretta in occasione del gol del macedone

4450
Pandev Genoa
Pandev festeggiato dai compagni dopo il gol (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ lunedì, è tempo di moviola. L’analisi di Luca Marelli, ex arbitro di Serie A, dei principali episodi di Lecce-Genoa. Iniziamo dal gol di Pandev che scatena le proteste dei salentini per una posizione di fuorigioco passivo di Pinamonti: «Non ci sono dubbi, il gol è assolutamente regolare. La regola 11 ci informa che il cosiddetto “fuorigioco passivo” può essere punito solo quando diventa diventa attivo. E non è questo il caso perché Gabriel può giocare il pallone senza che il pallone sia conteso con l’attaccante del Genoa».

Nulla da dire nemmeno sul rigore per il Genoa e sul doppio giallo ad Agudelo. Marelli, poi, si sofferma sull’espulsione di Pandev: «Il macedone si butta platealmente a terra cercando il rigore allargando verso Lucioni la gamba sinistra. Poi il pestone a Tachtisids, ineccepibile la scelta di Rocchi, a pochi passi dal contatto. Pandev rischia una squalifica di più giornate per aver esagerato negli epiteti rivolti sia a Rocchi che al quarto ufficiale Pasqua»

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.