IN&OUT, Cosa va e Cosa non va: il corsivo rossoblù di Claudio Strinati

Prende il via oggi la rubrica del celebre avvocato ed ex agente di calciatori che giudica positivamente la presenza di 11 giocatori genoani nelle nazionali, ma ritiene negativo il mancato utilizzo di Gumus, Agudelo, Jagiello, Cassata e Ankersen

1663
Genoa Strinati Thiago Motta
Claudio Strinati
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Oggi inzio, con onore e molto piacere la mia collaborazione con Pianetagenoa1893.net.

La mia rubrica di chiamerà “In-Out, Cosa va e cosa non va”.

Premesso che trovare qualcosa “che va” nella stagione 2019-20 non è impresa facile, mi ripropongo di scovare di volta in volta delle argomentazioni che confutino la tesi dell’”In” a scapito di quella dell’”Out”.

IN (Cosa va) – Questa settimana quello che sicuramente va sono le convocazioni (ben 11) nelle varie nazionali di giocatori facenti parte della rosa attuale del Genoa. Ciò sta a significare che le scelte estive non sono poi così negative e che il materiale umano a disposizione dell’allenatore Andreazzoli non è così scadente come si poteva immaginare dalle prime giornate di campionato. Sarà pertanto compito (peraltro arduo) del mister tirare fuori il meglio della rosa a sua disposizione.

E detto ciò mi vedo già costretto a fermarmi nell’elencazioni degli “In” per iniziare la narrativa degli “Out”.

OUT (Cosa non va) – Sarebbe troppo semplice puntare il dito su:

  • La difesa che prende troppi gol
  • Sull’attacco che invece gol non ne fa
  • Sul fatto che Lasse Schone non possa neppure definirsi il parente povero di quello ammirato nell’Ajax
  • Che Criscito sia fuori gioco per un mese
  • Che il rientro di Sturaro non sia previsto prima di un altro mese
  • Che l’allenatore sia rimasto sulla panchina del Genoa soltanto perché, probabilmente, non si è trovato un sostituto adeguato
  • Che la società latiti paurosamente nella sua conduzione.

Va da sé che dopo questo elenco di “Out”, a dire il vero fin troppo facile da stilare, sia lecito chiedersi come mai alcuni degli acquisti estivi come Gumus, Agudelo, Jagiello, Cassata ed Ankersen, volendo tralasciare, per ovvi motivi, il brasiliano Sandro, siano letteralmente scomparsi, fatta eccezione per qualche piccola apparizione sul terreno di gioco per alcuni di loro.

E anche qui corre l’obbligo di evidenziare, quantomeno per l’opinione pubblica, la totale mancanza di spiegazioni e di giustificazioni da parte della società, a mio parere, soprattutto per quanto riguarda l’assenza del turco Gumus. E con questo direi che come articolo di esordio della rubrica, sia tutto. Con la speranza per il prossimo di impegnare numerose righe per elencare gli argomenti “In” e poche, o meglio, nessuna per gli argomenti “Out”.

Claudio Strinati

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.