Il Collegio di garanzia del Coni condanna il Genoa a pagare 100mila euro all’agente di Soumaoro

Mazlum Ali Bilecan aveva presentato una prima istanza per il mancato pagamento della prima rata del proprio compenso per il trasferimento del calciatore dal Lille

5491
Soumaoro Genoa
Adama Soumaoro (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Genoa condannato al pagamento di 100mila euro. Il Collegio di Garanzia del Coni si è pronunciato all’unanimità sull’istanza presentata da Mazlum Ali Bilecan, agente di Soumaoro, per il mancato pagamento della prima rata del proprio compenso per l’opera svolta per il trasferimento del calciatore dal Lille al club rossoblù «in virtù del contratto di mandato con pattuizione di esclusiva del 27 gennaio 2020, depositato presso la Commissione Agenti Sportivi in data 6 febbraio 2020» si legge nel dispositivo.

Nel dispositivo si legge: «condanna la soccombente società Genoa Cricket and Football Club S.p.A., in persona del legale rappresentante p.t., al pagamento, in favore dell’istante sig. Mazlum Ali Bilecan, della somma di € 100.000,00, oltre interessi legali dalla data di conclusione del contratto sino al soddisfo». Inoltre, prosegue il dispositivo del lodo arbitrale: «Condanna, altresì, la società Genoa Cricket and Football Club S.p.A. a rifondere all’istante sig. Mazlum Ali Bilecan i diritti amministrativi nella misura di € 2.000,00 (di cui al punto 1.1.a della “Tabella dei diritti amministrativi, onorari e spese” approvata con deliberazione della Giunta Nazionale del CONI n. 4 del 27 gennaio 2020) e di € 1.500,00 (di cui al punto 1.2.a della Tabella), nonché le spese di difesa, liquidate in complessivi € 3.000,00, oltre accessori di legge».

L’agente di Soumaoro ha depositato anche un’ulteriore istanza arbitrale relativa alla seconda rata a lui spettante: si attende la data per l’udienza.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.