I tifosi del Genoa si sono stretti attorno a Gianni, sofferente di Sla, e donano oltre 14mila euro

L'iniziativa benefica è partita da Roberto Scotto: è stato acquistato un furgoncino per il tifoso

2958
La Gradinata Nord (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Una grande onda di affetto e di solidarietà per un tifoso ammalato. I tifosi del Genoa hanno organizzato nelle scorse settimane una raccolta fondi per Gianni, affetto da Sla, che comunica solo con gli occhi attraverso una tastiera di un pc. Finché non sarà intubato, il tifoso rossoblù ha voluto esprimere un desiderio: vedere il mare e girare ancora una volta nelle strade della sua amata Genova. Gianni però non avrebbe potuto salire in un’automobile normale: Roberto Scotto ha chiesto alla tifoseria genoana un piccolo aiuto economico per realizzare il desiderio di Gianni, e acquistargli un furgoncino. Il costo del mezzo era di 6000 euro: ma la risposta è andata ben oltre le più rosee aspettative. La donazione ha superato i 14 mila euro e la vettura è stata acquistata. I restanti 8mila sono stati versati alla famiglia del tifoso. Un’iniziativa lodevole della Gradinata Nord e di tutti i tifosi genoani, realizzata in un periodo difficile, a causa delle conseguenze del Covid.

Quando Gianni sarà intubato, e non potrà più uscire di casa, il furgoncino sarà donato alla Gigi Ghirotti o ad altra associazione.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.