Genoa-Fiorentina, le pagelle: Sirigu salva due volte il Grifo ma non basta

Steccano Pandev e Touré, l'ex Saponara non perdona

5950
Sirigu Genoa
Salvatore Sirigu (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Saponara e Bonaventura lanciano la Fiorentina al primo momentaneo posto in classifica dopo quattro giornate: il Genoa trova il gol nel finale con il rigore impeccabile di Criscito. Pubblichiamo di seguito le pagelle di Pianetagenoa1893.net ai protagonisti in campo di Genoa-Fiorentina, gara terminata 1-2.

Genoa 5 – Con maggiore precisione e cattiveria fare risultato non era impossibile: un passo indietro rispetto alla vittoria di Cagliari ma fa parte del percorso di crescita

Sirigu 7 – Salva due volte il Genoa: la prima al 40′ smanacciando su Bonaventura mentre al 69′ su Duncan dimostra di avere un polso d’acciaio

Cambiaso 6 – Meglio in posizione, in ritardo sul lanciato. Ballardini lo gestisce per le tre partite in una settimana (59′ Biraschi 5 – Subentra e gli scappa Saponara, Touré di certo non lo aiuta con il raddoppio)

Vanheusden 5 – Tanti errori, partita pasticciata: Nico Gonzalez lo fa ammattire e sedere a terra

Maksimovic 6 – Perfetto su Vlahovic, non accorcia e perde Bonaventura a un minuto dal termine. Errore che è stato caro

Criscito 7 – Segna forse il rigore più inutile della sua carriera, nel primo tempo è provvidenziale su Gonzalez

Touré 5 – Pressa costantemente in ritardo mandando fuori giri il centrocampo del Genoa (64′ Behrami 6 – Ci mette il cuore e l’impeto che il Grifone aveva bisogno)

Badelj 7 – Rientra bene, propizia il rigore e serve a Destro la palla del possibile vantaggio rossoblù

Melegoni 5 – Ballardini lo mette all’ala destra, sembra non essere il suo abito migliore ma va rivisto (53′ Hernani 5 – Amrabat gli sfila dalla testa l’1-1, per il resto si vede poco)

Rovella 7 – Copre il campo correndo molto. Come aveva detto in settimana, meglio a metà campo che sottopunta

Fares 5 – Isolato, troppo distante dalla porta (64′ Kallon 5 – I compagni di squadra non accendono i suoi cavalli: dialoga poco e male con la squadra)

Destro 5 – Un solo pallone utile, Dragowski glielo para (53′ Pandev 5 – Martinez Quarta lo falcia pochi secondi dopo il subentro, svanisce con il passare dei minuti)

Alleantore Ballardini 5 – Nel primo tempo porta a casa la missione: non subire gol. Nella ripresa la squadra non calcia mai in porta

Fiorentina 7 – Dragowski 7; Odriozola 6 (81′ Benassi sv), Martinez Quarta 6, Igor 6, Biraghi 6; Bonaventura 7, Pulgar 6 (78′ Amrabat 7), Castrovilli sv (26′ Duncan 7); Callejon 6, Vlahovic 5 (81′ Kokorin 4), Nico Gonzalez 7 (46′ Saponara 8) – Allenatore Italiano 7

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.