GAZZETTA DELLO SPORT – Biraschi: «Il Genoa fa gruppo in chat, ora leggo di più e mia madre è felice»

Il difensore racconta: «Ma i sacrifici li stanno facendo tutti gli italiani in questo periodo, quindi posso farli tranquillamente anche io»

1870
Biraschi Genoa
Biraschi (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«E’ tosta, innanzitutto perché per il lavoro che faccio sono abituato a vivere all’aria aperta». Davide Biraschi ha raccontato alla Gazzetta dello Sport come sta vivendo questi giorni rinchiuso in casa per l’emergenza Coronavirus. Il difensore ammette che il calcio «mi manca come l’aria, nonostante tutto». «Ma i sacrifici – prosegue – li stanno facendo tutti gli italiani in questo periodo, quindi posso farli tranquillamente anche io». La forza del gruppo, impressa da Nicola, è un elemento che tiene unito il Genoa anche in questi giorni difficili: «Con i compagni siamo sempre connessi via PlayStation, riusciamo a fare gruppo anche in quarantena». Ma non solo Play Station: «A parte gli scherzi, ho ripreso a leggere dopo tanto tempo, per la gioia di mia madre. Biografie di sportivi, tanto per rimanere in tema. Come quella di Agassi, per cominciare».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.