ESCLUSIVA PG – Genoa in corsa per l’acquisizione del titolo sportivo del Cortefranca, Serie B femminile

In palio un premio alle Grifonesse di mister Oneto ma le tempistiche sono strette

Genoa logo stemma Corci

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

C’è il Genoa in lizza per l’acquisizione del titolo sportivo del Cortefranca, società di calcio femminile che nella scorsa stagione ha conseguito la salvezza in Serie B femminile dopo aver vinto il campionato di Serie C da autentica rivelazione nel 2021. Il club della Franciacorta si ritrova in una situazione di mezzo avendo, da un lato, la possibilità di riscriversi in Serie B ma, dall’altro, l’acclarata difficoltà a sostenere economicamente le spese derivanti dalla partecipazione al campionato. Come raccolto in esclusiva da Pianetagenoa1893.net, il Genoa sembra in corsa per rilevarne il titolo sportivo, evento che se concretizzato permetterebbe alle Grifonesse di mister Oneto di partecipare al torneo di Serie B dopo una splendida stagione 2021-2022 chiusa al secondo posto in Serie C, alle spalle dell’Arezzo.

Il prossimo campionato femminile di Serie B sarà difficile poiché, in primo luogo, le retrocesse sono Lazio, Napoli e Verona e, non secondariamente, molte ex giocatrici della Serie A saranno libere di scendere in B o di andare all’estero: è il domino scatenato dalla riduzione delle partecipanti al massimo campionato, da dodici a dieci, e l’applaudita introduzione del professionismo in A che, come effetto collaterale, comporta un generale aumento dei costi purtroppo non sostenibile da parte di tutti i club.

Sono in corso i lavori per regalare il meritato salto di qualità alle ragazze genoane, e di conseguenza a tutto il movimento femminile del Genoa – va ricordato che la valorizzazione del calcio rosa era un punto di qualità contemplato nel portafoglio di 777 Partners – ma le tempistiche sono strette. Oltre all’imprescindibile controllo dell’aspetto finanziario e all’attenta ponderazione dei costi-benefici, sul piatto della bilancia si pone altresì l’importante elemento cromatico che vede le bresciane di Cortefranca vestire di rossoblù come il Genoa, dunque non così lontane dall’identificazione con gli storici colori sociali del club di calcio più antico d’Italia.

RIPRODUZIONE CONSENTITA SOLO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW. PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.