ESCLUSIVA PG, ANTONINI: «Simoni? Pochi come lui. Nel derby segnai da infortunato»

«Mi è dispiaciuto tanto lasciare il Genoa senza salutare i genoani» spiega l'ex difensore

1678
Antonini Genoa
Luca Antonini, dopo il gol alla Juventus (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

La nostra pagina Facebook è stata invasa dai messaggi d’affetto per Luca Antonini. L’ex difensore del Genoa è stato ospite del “Decameron Rossoblù”. Di seguito alcune battute di Antonini, il resto del live potete vederlo cliccando qui.

«Simoni? Nel mondo del calcio ho incontrato poche persone come lui. Il mister mi lanciò ad Ancona nel 2002» spiega Antonini.

Poi sul gol al debutto assoluto nel derby, dopo otto minuti: «Scaraventai in campo tutta la rabbia che avevo accumulato nell’ultimo periodo al Milan. Feci gol – tra l’altro un bel gol – nonostante uno stiramento di secondo grado: infatti non riuscii a completare la partita, avevi i crampi alle orecchie».

Sull’addio prematuro: «Mi è dispiaciuto tanto lasciare il Genoa senza salutare i genoani. Ho un ricordo incredibile di loro. Mi piacerebbe farlo non appena ce ne sarà l’occasione di una partita al Ferraris».

Antonini torna sul gesto di grande sensibilità dopo l’alluvione di Genova nel 2014: «Qualcuno storse il naso perché pensò a una trovata pubblicitaria, altri se ne risentirono perché dovevo coordinarmi con il resto della squadra. Sinceramente non ci ho mai pensato, ero in dovere di aiutare i cittadini di Genova».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.