Chiappino: «Felici di aver chiuso il girone d’andata con una vittoria»

Il tecnico della Primavera rossoblù: «La sfida col Cagliari? Gara difficile, che dobbiamo affrontare con serenità, senza farci prendere dalla frenesia di voler strafare»

631
Chiappino Genoa Primavera
Luca Chiappino (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Era dal 25 novembre che il Genoa Primavera non assaporava la vittoria, da quella complicata sfida casalinga contro il Pescara vinta in rimonta per 2-1 grazie alle reti di Raggio e Moro. Come allora, anche oggi quest’ultimo è stato provvidenziale per la conquista dei tre punti. Infatti, dopo un primo tempo che aveva visto i rossoblù padroni del campo per lunghi tratti, ma rientrare negli spogliatoi in svantaggio in seguito alla rocambolesca rete di Franco, l’attaccante di Monselice si è reso protagonista di una tripletta che, accompagnata dalla rete nel finale di Bianchi, servito da uno strepitoso colpo di tacco di Cleonise, ha permesso ai grifoncini di tornare a vincere e chiudere il girone d’andata in bellezza, battendo la Lazio per 1-4. Al termine della sfida, i microfoni di Pianetagenoa1893.net hanno raggiunto mister Chiappino. Ecco le sue dichiarazioni:

L’aveva promesso dopo la sfida contro l’Atalanta ed è stato di parola: chiudere in bellezza il girone d’andata. Meglio di così non potevate fare.

«Era troppo tempo che facevamo buone prestazioni, ma raccoglievamo davvero poco. Quando succede, vuol dire che c’è qualcosa nell’atteggiamento con il quale affronti le situazioni che non va bene. Oggi siamo stati un po’ più determinati, soprattutto nel secondo tempo. Anche in questa occasione abbiamo creato tanto, sbagliando tre o quattro palle gol e andando sotto. Nel secondo tempo abbiamo concesso poco o niente, facendo dei bei gol. Siamo molto soddisfatti e felici di aver chiuso il girone d’andata con una vittoria».

In una partita quasi perfetta da parte dei suoi ragazzi, c’è stato un qualche errore ritenuto dai lei inaccettabile?

«Assolutamente. Sul gol che abbiamo preso siamo stati poco attenti e abbiamo subito gol. Il portiere ha provato a metterci una pezza in due occasioni, ma alla terza il gol è arrivato. Lì dovevamo essere molto più attenti, perchè quel tipo di errore si paga a caro prezzo. Diversamente da altre partite, nonostante il risultato siamo rimasti molto propositivi e siamo stati bravi a recuperare la partita».

Non si può poi non parlare di Cleonise, protagonista di una grandissima partita.

«Lui non deve accontentarsi. E’ fortissimo, ha grandi mezzi, ma fa l’attaccante ed è ancora a zero gol. Dovrebbe invece, per le sue qualità, essere un po’ più in là nella classifica marcatori. Per esempio, nell’azione del terzo gol di Moro, ha fatto tutto bene, poi ha calciato due volte addosso al portiere. Ha fatto una buonissima gara, ma deve migliorare in continuità. Siamo soddisfatti di lui, come di Moro per la sua doppietta, come di Bianchi che è tornato al gol. La prestazione di oggi è stata più che positiva da parte di tutti i ragazzi».

Uno sguardo al futuro, con la prossima sfida di campionato che dà il via al girone di ritorno. Nel prossimo impegno affronterete il Cagliari: squadra con la quale avete pareggiato all’andata e che al momento occupa il secondo posto in classifica.

«Il Cagliari è una squadra molto organizzata, quadrata e che tiene molto bene il campo. Ha giocatori di qualità e il fatto che sia riuscita a stare davanti per tutti il girone d’andata, testimonia quanto ti ho appena detto. E’ una partita difficile, che dobbiamo giocare con serenità, senza farci prendere dalla frenesia di voler strafare. Dobbiamo fare la nostra gara e vedremo alla fine quale sarà il risultato. Se le prestazioni saranno di livello come abbiamo sempre fatto, credo che riusciremo a fare risultato».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.