Chiappino: «Buona reazione nel secondo tempo, volevamo dare continuità ai risultati»

Il tecnico della Primavera rossoblù: «Con l'Atalanta dovremo stare attenti a non scendere in campo come nel primo tempo»

544
Chiappino Genoa Primavera
Mister Luca Chiappino (foto Facebook di Ascoli Calcio 1898)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Termina 1-1 la sfida di Primavera 1 tra Sassuolo e Genoa. Dopo lo svantaggio iniziale, i rossoblù hanno trovato il pareggio con Kallon. Al termine del match, i microfoni di Pianetagenoa19893.net hanno raggiunto il tecnico Luca Chiappino. Ecco le sue dichiarazioni:

 

Un pareggio che arriva dopo un primo tempo un po’ confusionario e un secondo decisamente migliore. Qual è il suo giudizio sulla prestazione dei suoi giocatori?

 

«Abbiamo regalato un gol e siamo andati sotto su una cosa di facile lettura, facendo ritorno negli spogliatoi sotto di un gol. Nel secondo tempo la reazione è stata buona. Abbiamo sbagliato un calcio di rigore e alcune occasioni anche per vincerla. Con un po’ di fortuna, magari… L’importante, comunque era non perdere e dare continuità ai risultati. Perdere oggi sarebbe stata una beffa».

 

Le pessime condizioni del campo possono aver in qualche modo influito sul gioco?

 

«Sì e no. ma questo non deve essere una scusa. Noi dobbiamo avere sempre l’atteggiamento e la voglia di lottare che abbiamo avuto nel secondo tempo. Non come nel primo, in cui molti giocatori erano con la testa fuori dalla partita. Non è che loro abbiano fatto chissà che cosa rispetto a noi oltre al gol. Noi però nel primo tempo, indipendentemente dal campo, abbiamo fatto davvero poco».

 

Settimana prossima ci sarà la sfida casalinga contro l’Atalanta: una formazione decisamente forte, ma che forse non è più quella corazzata imbattibile cui eravamo abituati.

 

«Squadre imbattibili non ce ne sono mai. Ci sono squadre forti, che hanno grande qualità, però ci sono 90 minuti e in questo periodo può capitare di tutto. Se stiamo attenti e concentrati, facendo la nostra partita con grande attenzione, allora riusciremo anche a ottenere dei buoni risultati. Ma se affrontiamo le gare come nel primo tempo, andiamo in difficoltà contro chiunque. A maggior ragione, contro l’Atalanta che è una squadra forte, dobbiamo essere ancora più attenti».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.