Braglia: «Situazione paranormale, serve ritrovare la genoanità»

«Più che idee di gioco ho visto un "forcing" nervoso del Genoa» spiega l'ex portiere

1735
Braglia Genoa
Simone Braglia (foto di Giovanni Villani)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«É una situazione paranormale. Dopo le sconfitte con Udinese e Parma sono sorti molti dubbi: più che idee di gioco ho visto un “forcing” nervoso da parte dei calciatori. Serve riprendere la genoanità perduta richiamando giocatori che conoscono il valore della maglia». É il pensiero di Simone Braglia, intervenuto come ospite durante la trasmissione tematica “We are Genoa”, su Telenord.

Sul tema del licenziamento di Faggiano: «Da quanto è stato ricostruito, il direttore ha redarguito la squadra nello spogliatoio di Pegli, il giorno dopo Udine, cosa che era nel suo diritto – aggiunge Braglia – É grave, invece, che qualche calciatore abbia telefonato al presidente lamentando di questa azione. Questo non deve succedere. I giocatori del Genoa siano più professionisti».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.