Andreazzoli in bilico, ecco gli stipendi di chi potrebbe sostituirlo

Alle cifre percepite dai tecnici, occorre sommare gli emolumenti percepiti dai loro collaboratori

8966

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

 

Genoa: è già tempo di toto-allenatore? Fino a 3 giornate fa, parlare di un presunto erede di Andreazzoli sarebbe corrisposto a commettere un’eresia. Ma nel calcio tutto cambia velocemente, soprattutto se i risultati non arrivano. Contro la Lazio si è “ammirato” il peggior Genoa della gestione Andreazzoli, una squadra involuta dal punto di vista del gioco e con le idee confuse, una situazione che lo stesso tecnico rossoblù non è riuscito a spiegare. Al momento non filtrano indiscrezioni da parte della società sul futuro del tecnico, ma ad oggi i profili appetibili per il Grifone sarebbero tre: Gattuso, Pioli e Nicola. Tecnici molto diversi tra loro per idee e per costi, andiamo a vedere nel dettaglio quanto percepiscono i tre papabili alla panchina del Genoa in caso di esonero di Andreazzoli.

Rino Gattuso – L’ex tecnico del Milan, attualmente sotto contratto con i rossoneri fino al 2021, percepiva 2milioni di euro quando sedeva sulla panchina di San Siro. Uno stipendio monster per le casse del Grifone, considerando anche lo stuolo di collaboratori del tecnico di Corigliano Calabro, ben dieci.

Stefano Pioli – L’ex tecnico della Fiorentina, dimessosi dall’incarico di allenatore dei gigliati, percepiva in riva all’Arno 1,1 milioni di euro a stagione. Uno stipendio sicuramente più alla portata del Genoa, considerando anche il numero contenuto di collaboratori: 4.

Davide Nicola – Il profilo più sullo sfondo rispetto agli altri due, anche se il suo nome farebbe felice i tifosi considerando i suoi trascorsi in rossoblù. L’ex tecnico dell’Udinese rappresenterebbe una soluzione low cost per il Grifone, percependo uno stipendio di circa 500mila euro ed avendo al seguito un numero contenuto di collaboratori: 5

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.