Gallazzi a Primocanale: “Mi sono innamorato del Genoa”

L'uomo dei fondi ha smentito le voci circa un presunto interessamento alla Fiorentina. E Preziosi potrebbe restare

62
Giulio Gallazzi (Foto Primocanale)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Secca smentita. Io mi sono innamorato del Genoa, penso soltanto a questi magnifici colori: smentisco assolutamente ogni mio interesse per l’acquisto di un altro club. Siamo davvero su scherzi a parte, siamo interessati anche a Messi…”. Non traggano in inganno i toni scherzosi: Giulio Gallazzi non ha la minima intenzione di dar seguito a voci simili. Ecco perché, raggiunto da Primocanale, il presidente della Sri Group si è detto immerso solo nelle trattative per l’acquisizione del club più antico d’Italia: “Il mio unico pensiero è questo, trovo singolare che queste voci siano uscite proprio nel momento in cui i miei uomini di fiducia stanno lavorando alla due diligence per acquistare il club rossoblù. Sono impegnato con cuore e passione in questo progetto e mi sto impegnando in questa direzione. Sono appena atterrato dopo un lungo viaggio e ho saputo di queste voci che, lo ripeto ancora una volta, smentisco nella maniera più assoluta”.

Complice un legame che si è fatto sempre più forte con la piazza (Mi sto troppo affezionando a questa squadra e ai suoi tifosi per pensare anche lontanamente ad altro”), il probabile futuro patron del Genoa ha offerto poi una battuta circa la partita di ieri: “In tribuna, a San Siro, ho davvero patito per una sconfitta che non meritavamo”. Fuori dal campo, ecco però un’altra partita. Quella per l’acquisizione della società, che non durerà 90′ ma 7 giorni: una settimana, al termine della quale ci si saluterà con o senza l’accordo. Sempre 120 i milioni sul tavolo, Enrico Preziosi potrebbe accettare per poi ripiegare sull’Avellino restando così nel mondo del pallone.

In ogni caso, resta la forbice tra le due parti: un tira e molla importante, che avviene sotto gli occhi di una piazza che non porta più troppa pazienza. L’offerta arrivata dall’uomo dei fondi tiene conto di giocatori che come Lapadula verranno riscattati in futuro, ma Preziosi ha rilanciato affermando come alcuni giovani (Pellegri su tutti) abbiano già una valutazione alta. Il Joker non si sposta dalla valutazione di 150 milioni, fatta esclusivamente contando il valore della rosa. Il tempo passa e non è alleato di nessuno: l’orizzonte è incerto, specie perché Preziosi si è sempre detto pronto a continuare la sua avventura a capo del Grifone.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.