Il programma de Il Falco e il Gabbiano: l’allenatore di calcio Oronzo Pugliese, l’artista Liberace, la serial killer Elizabeth Bathory, la leggenda del West Billy The Kid

La vita dei quattro personaggi raccontata da Enrico Ruggeri nella trasmissione in onda dal lunedì al venerdì alle 15.30 su Radio 24

74
Enrico Ruggeri

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Dopo aver raccontato ieri la vita difficile di Joe Jackson, proclamato dalla Rock and Roll Hall of Fame il Miglior Manager di Spettacolo di tutti i tempi, ma definito dai propri figli un “padre padrone”,  oggi martedì 24 gennaio, Enrico Ruggeri racconta a Il Falco e il Gabbiano in onda alle 15.30 su Radio 24 la storia dell’attore, pianista, autore, personaggio televisivo Liberace. Al secolo Wladziu Valentino Liberace, tra gli anni Cinquanta, Sessanta e Settanta è stato l’artista di music hall statunitense più pagato del mondo.

Le sue esibizioni erano straordinarie non solo per la sua grande maestria come pianista e cantante, ma soprattutto per il grande show che costruiva intorno a sé: pianoforti ricoperti d’oro e paillettes sui quali era sempre appoggiato il suo simbolo, un enorme candelabro d’oro, abiti di scena incredibili, completi di pelliccia, gioielli giganteschi, grandi scenografie con ballerine vestite di piume e lustrini, Rolls Royce sul palcoscenico. Un’immagine kitsch ed eccessiva che rivelava un’ambiguità sessuale mai ammessa pubblicamente. Liberace ha infatti nascosto per tutta la vita la sua omosessualità, denunciando i giornali che osavano parlarne e negando l’evidenza anche di fronte alle dichiarazioni di Scott Thorson, suo ex autista ed amante per molti anni, con il quale ebbe una lunga causa legale.

Mercoledì 25 gennaio è Elizabeth Bathory la protagonista della storia che Enrico Ruggeri racconta a Il Falco e il Gabbiano su Radio 24. Considerata la più efferata serial killer della storia, è stata soprannominata “La Contessa Dracula” per la sua propensione a bere il sangue umano, soprattutto quello delle giovani fanciulle. Questa nobile e potentissima assassina seriale ha vissuto a cavallo tra la fine del 1500 e l’inizio del 1600 in Transilvania, dove ha torturato e ucciso centinaia di vittime, per poi essere scoperta e murata viva nel suo stesso castello. Molti storici sostengono che Bram Stoker si sia ispirato a lei, piuttosto che a Vlad l’Impalatore, per creare il suo Dracula.

È invece Oronzo Pugliese, il leggendario allenatore di calcio degli anni Cinquanta e Sessanta, il protagonista della puntata de Il Falco e il Gabbiano di giovedì 26 gennaio. Specializzato nel “salvataggio” delle squadre di provincia, Enrico Ruggeri racconta su Radio 24 come Oronzo Pugliese nel 1964, con il Foggia, sia riuscito nell’impresa di battere la Grande Inter di Herrera. Celebre  per gli scatti con cui seguiva i suoi giocatori sulle fasce laterali, il grande pubblico conosce Oronzo per l’ispirazione che ha dato al grande Lino Banfi, in arte Oronzo Canà.

Per chiudere la settimana de Il Falco e il Gabbiano, in onda alle 15.30 su Radio 24, venerdì 27 gennaio Enrico Ruggeri racconta la storia di Henry McCarty, alias William Bonney, alias Billy The Kid, e ci porta all’interno del mito del West americano, all’interno di quelle storie di pistole, fuorilegge, ladri di cavalli e guerre di bestiame tra uomini senza scrupoli che il cinema ha raccontato decine di volte. È necessario districarsi tra realtà e leggenda per scoprire chi era veramente il ragazzo che, in soli 20 anni di vita, ha rappresentato un pezzo intero della storia americana. La vicenda di Billy The Kid è piena di misteri sui quali gli storici ancora lavorano: il luogo e la data di nascita, le circostanze della morte, la sua partecipazione alla cosiddetta “guerra” nella Contea di Lincoln, nel New Mexico. Di certo Billy The Kid è stato il più giovane criminale americano, raccontato come un uomo pericoloso e spietato. Ma la realtà storica è un’altra, quasi mai raccontata.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.