22 ottobre, i precedenti del Genoa: quando Montella segnò il gol del pari a Cosenza

Nel giorno in cui il Grifone giocherà contro Milan, l'allenatore rossonero trasformò un rigore che valse l'1-1 in serie B

69
Vincenzo Montella (Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Sabato 22 ottobre 2005: è la data dell’ultima vittoria genoana caduta in questo giorno dell’anno. Trasferta a Sesto San Giovanni (Milano) per vedersela con la Pro Sesto nella nona gara di andata del campionato di Serie C1 per la stagione 2005/2006. Gol vittoria di Sinigaglia.

Tra le diciannove gare giocate il 22 ottobre dagli albori ad oggi, anche due Derby della Lanterna in qualità di ospiti: uno a favore dei rossoblù (0-2, stagione 1978/79) e l’altro appannaggio dei padroni di casa (2-0, stagione 2016/17). In mezzo anche un Derby con il Genoa a detenere le chiavi del “Luigi Ferraris”: stagione 1999/2000, gara giocata in anticipo venerdì sera ed un gol per parte.

Girando le pagine del calendario a ritroso di 22 anni, troviamo un particolare pareggio esterno a Cosenza: nona giornata di andata per la stagione 1995/96, sulla panchina genoana siede Luigi “Gigi” Radice ed il Genoa è in testa alla classifica del campionato cadetto. I rossoblù calabresi conducono il match grazie al gol messo a segno al 32’ del primo tempo da Miceli con un bolide da fuori area. Al 17’ della ripresa un primo “fattaccio” che getterà nella bufera l’arbitro Massimo De Santis della sezione di Tivoli: giù in area uno del Genoa, falciato da Signorelli (che dopo il triplice fischio “confesserà”) ma De Santis fa proseguire. A tre minuti dal termine Nappi finisce a terra (meglio dire, si butta in area nei pressi di un incredulo Miceli). Secondo “fattaccio”: questa volta per l’arbitro il rigore è netto e a nulla valgono le proteste cosentine. Sul dischetto si presenta lo stesso attaccante che era stato atterrato in area di rigore avversario ad inizio ripresa: gol e preziosissimo quanto immeritato pareggio genoano.

Chi era il goleador di giornata? Vincenzo Montella.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.