Lettera, Domenico Lentini: “I miei schemi per il Genoa”

Juric può giocare con 3-5-2 ma con tre difensori veloci, oppure con il 3-4-3 con Kouamé sulla fascia pronto a saltare l'avversario

988
Kouamé dopo il gol del momentaneo pareggio del Genoa col Milan (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Buongiorno, volevo fare alcune valutazioni sull’andamento del Genoa. A mio parere  Ballardini lo scorso campionato è riuscito a salvare la squadra perché c’erano 4 squadre  decisamente  più  deboli  di noi, analogamente  quest’ anno abbiamo  vinto  con Bologna, Empoli, Chievo e Frosinone, le ultime  in classifica e perso malamente con Sassuolo, Parma e Lazio.
Se Preziosi richiama Juric deve dargli fiducia e fare capire ai giocatori che sono loro che vanno in campo, non bisogna dare alibi ai calciatori. Il presidente deve legittimare il suo a allenatore davanti ai calciatori. Juric è bravo, é un po’ sfortunato ha bisogno come a Crotone, del sostegno dell’ambiente. Infine una considerazione tattica: vista la rosa a disposizione, a mio modesto  parere, o giochi con il 3-5-2 con 3 difensori veloci, 5 giocatori in mezzo al campo con 2 sulle fasce che sappiano fare i cross tagliati in area, altri due in mezzo a recuperare palloni e uno a lanciare le 2 punte, che sono imprescindibili, Piatek e Ĺapadula con Kouamé. Oppure si gioca con più  coraggio con il 3-4-3 con Kouamé sulla fascia pronto a saltare l’avversario. Comunque  bisogna stare vicino al presidente, all’allenatore e alla squadra. FORZA GENOA  SALUTI a tutti voi.

DOMENICO LENTINI da Torino

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.