Pierpaolo Marino: “Il pari a Torino è merito del lavoro di Ballardini”

L'ex famoso dirigente di club: "Questo cambio di tecnico non l'ho capito". E aggiunge su Piatek: "L'avere in organico un bomber che già nel girone d'andata ti garantisce la doppia cifra è un qualcosa che ti eleva dai bassifondi della classifica"

1864
Pierpaolo Marino (Foto Giuseppe Bellini/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Non so perchè abbiano cambiato allenatore. Il pareggio di Torino è ancora merito del lavoro di Ballardini e sarebbe una follia se qualcuno volesse prendersene i meriti dopo pochi giorni. Alla base sono una buona squadra e il futuro del Genoa lo vedo roseo”. Ai microfoni di Radio Sportiva, Pierpaolo Marino si è dimostrato controcorrente sulla buona prestazione del Genoa contro la Juventus. L’esperto dirigenti di tanti club (come Napoli, Udinese e Atalanta) afferma: “Ma questo cambio di tecnico non l’ho capito. I motivi li sapranno Preziosi e Perinetti che sono dirigenti esperti”.

Marino ha poi spiegato di essere rimasto molto impressionato da Krzysztof Piatek. “Il Genoa può vantare un giocatore come Piatek là davanti che è un lusso per squadre che in genere stazionano nella parte destra della classifica”. Marino conclude: “L’avere in organico un bomber che già nel girone d’andata ti garantisce la doppia cifra in fatto di gol è un qualcosa che ti eleva dai bassifondi della classifica e ti trascina verso l’alto”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.