Marchetti: “Lo spirito di squadra può essere la carta vincente del Genoa”

"E' la prima cosa che ho percepito" spiega l'estremo difensore al sito ufficiale rossoblù. E aggiunge: "Solidità difensiva, ma soprattutto di squadra. Puntiamo a fare un campionato positivo"

807
Marchetti al lavoro (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Indosso una maglia bella e affascinante”. Federico Marchetti vuol tornare ad essere “Tarzan” come ai tempi della Lazio: stavolta in maglia rigorosamente rossoblù. Il portiere rivela al sito ufficiale del Genoa tutta la sua frenesia: “Sono venuto al Genoa con la voglia matta di vincere questa sfida e dimostrare che sono sempre un portiere di Serie A, dopo essermi lasciato alle spalle una stagione difficile condita da qualche rammarico”. Ci tiene a sottolineare: “Si lavora e spinge forte in ritiro. Stiamo gettando le basi”.

Toccherà a lui essere il leader di un reparto completamente cambiato con Radu e Vodisek più il gioiellino dell’Under 17 Alessandro Russo. “Adesso sto bene – prosegue Marchetti – e sono tornato ad allenarmi a pieno regime. Avevo la necessità di cambiare e il Genoa è il massimo per avermi fatto sentire subito importante, a partire dalla fiducia di cui mi hanno investito il presidente Preziosi e tutta la società”. L’estremo difensore sottolinea un aspetto importante dei primi giorni in ritiro: “La prima cosa che ho percepito nitidamente è lo spirito di squadra. Tutti hanno una grande determinazione ad allenarsi bene e non mollare mai. Solidità difensiva, ma soprattutto di squadra. Dobbiamo ripartire da questi aspetti. Puntiamo a fare un campionato positivo” conclude Marchetti.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.