Donatelli: «Il Napoli incontrò il Genoa per Piatek a giugno, poi il Milan ha chiuso per gennaio»

Il direttore sportivo rossoblù: «C’è stato un vertice tra De Laurentiis e Preziosi per Piatek, poi il Diavolo si è seduto a tavolino e lo ha preso subito»

1243
Milan-Napoli Piatek
Il debutto di Piatek con la maglia del Milan (dal profilo Twitter ufficiale del Milan)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«Il Genoa sicuramente per quello che ha pagato Piatek, e per quello che ha fatto col giocatore, in sei mesi ha realizzato il massimo». Il direttore sportivo del Genoa, Mario Donatelli, ha svelato alcuni retroscena sull’attaccante polacco a Radio Kiss Kiss Napoli. «Abbiamo messo sul palcoscenico del calcio italiano un grande attaccante, ed i meriti vanno al nostro presidente». Il dirigente rossoblù parla delle trattative: «C’è stato un incontro col Napoli tra presidenti per quanto riguarda Piatek, poi chi si è seduto a tavolino ed ha chiuso è stato il Milan. Per chiudere gli affari bisogna mettere nero su bianco, a me non risulta che il giocatore fosse del Napoli. Che c’è stato un interessamento del Napoli è vero, che c’è stata una chiacchierata tra presidenti è vero. L’intenzione del Genoa era cedere il giocatore a giugno, il Napoli aveva aperto in tal senso».

Su Kouame: «Nessuna incazzatura di De Laurentiis, il giocatore è giovane e deve migliorare. Romero? È un altro dei giovani sulla bocca di tutti, credo che ci sia un fortissimo interesse della Juventus».

Conclusione sulla possibile introduzione dei play off scudetto: «Mah, si potrebbe essere stimolante».

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.