ESCLUSIVA PG, Portanova: “Il Genoa ha un’identità chiara, il gioco arriverà. Criscito? Fascia su un vero braccio rossoblù”

"Contro la Lazio servirà la partita quasi perfetta. Per un mio ritorno nel calcio mai dire mai" spiega l'ex capitano del Grifone

2127
Daniele Portanova (Foto Claudio Villa/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Una stagione con il grifone nel 1998-99, per poi ritornare nel 2013 con al braccio la fascia di capitano dopo aver lasciato il segno a Siena e a Bologna. Daniele Portanova ha commentato a Pianetagenoa1893.net la vittoria casalinga del Genoa contro i felsinei e l’impegno a cui sarà chiamato domenica contro la Lazio. “Sarà una partita difficile – spiega – la squadra di Inzaghi è un avversario molto complicato. Le critiche per la mancanza di gioco mosse contro i rossoblu lasciano il tempo che trovano, la cosa più importate è avere una propria identità”.

Il Genoa si rialza dopo la sconfitta contro il Sassuolo. Quanto era importante rimettersi subito in carreggiata?

Era di fondamentale importanza. Il Genoa ha vinto una partita che aveva gran significato sotto molti punti di vista: prima di tutto doveva riscattare la caduta di Sassuolo, poi vi era l’aspetto legato alla classifica visto che il Bologna è un avversario che può creare difficoltà in ottica salvezza, almeno ad oggi. Non dimentichiamo inoltre che questa gara è arrivata in una periodo particolare per il grifone, ovvero il suo compleanno, quindi era doveroso regalarsi i tre punti davanti a tutti i genoani. A livello tattico è stata una partita bloccata, solo la giocata di un singolo poteva rompere l’equilibrio.

Sono arrivate critiche per l’assenza di una manovra strutturata. La mancanza di spettacolarità significa mancanza di gioco?

La mancanza di spettacolarità non vuol dire mancanza di gioco. Ballardini ha studiato la partita con grande attenzione, era importante vincere attraverso la compattezza dei reparti e il Genoa ha questa precisa caratteristica.

Dopo il Bologna arriva la Lazio, una squadra che segue da vicino. Che partita sarà per i rossoblù?

La Lazio è una squadra completa che ha tutto, sia velocità che forza tecnica. Non sarà facile fare punti all’Olimpico, al Genoa aspetta una partita dispendiosa a livello fisico e di concentrazione. Per portare a casa un risultato positivo il Genoa si deve preparare alla prestazione perfetta, o quasi.

Come giudica il pacchetto arretrato del Genoa? Consideriamo che deve ancora rientrare Lisandro Lopez

Una difesa completa. Contro il Bologna si è vista una linea arretrata compatta, organizzata e solida muscolarmente. Biraschi è stato a tratti mostruoso, Lopez porterà esperienza in un reparto che considero già ben assortito.

Da ex capitano cosa ne pensa del ritorno della fascia sul braccio di Mimmo Criscito?

Mimmo nutre un amore immenso per il Genoa e la fascia non poteva andare su braccio migliore. È il giusto premio per chi ha lottato, lotta e lotterà per questi colori. Io stesso respiravo la stessa emozione quando ho avuto l’onore di essere capitano.

È possibile un suo ritorno del mondo del calcio? Magari a livello giovanile

Chi ama il calcio non può farne a meno, quindi mai dire mai.

Daniele Portanova con suo figlio Manolo
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.