Perinetti conferma: “Perin? Oggi possono essere poste le basi per le trattative con la Juve”

Il direttore generale conferma il possibile incontro in lega con i bianconeri, ma spiega: "Partiamo dal presupposto che non è il Grifone a dover iniziare una trattativa, noi li aspettiamo"

83
Perinetti con la Coppa Fawcus (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

“Sicuramente oggi possono essere poste le basi per aprire un discorso”. Ai microfoni di Calciomercato.com, Giorgio Perinetti conferma l’apertura odierna delle trattative tra Genoa e Juventus per il trasferimento di Perin in bianconero. “In Lega ci sarà un’assemblea importantissima – prosegue il direttore generale rossoblù – per la questione dei diritti tv, che significano la sopravvivenza stessa delle società, quindi non credo si arriverà alla chiusura. Può però essere l’occasione per una nuova presa di contatto”.

Perinetti pone due elementi per l’apertura della trattativa: innanzitutto “noi non facciamo nessuna valutazione, così come non abbiamo ricevuto alcuna offerta dalla Juve. Sono arrivate proposte da altre società, coi bianconeri c’è stato solo un pourparler tra il presidente Preziosi e Marotta, nel quale venivamo informati dell’interesse per il ragazzo”. Altro elemento: “Partiamo dal presupposto che non è il Genoa a dover iniziare una trattativa, noi aspettiamo la Juventus. Con loro i rapporti sono ottimi, negli anni abbiamo sempre trovato la soluzione in diversi affari, vedremo di trovarla anche stavolta”.

Riguardo alle possibili contropartite tecniche, Perinetti spiega su Audero: “E’ un prospetto in cui la Juve e il sottoscritto credono tantissimo, ma è difficile sostituire un portiere dell’esperienza e del carisma di Perin con un giovane come Audero per l’immediato”. E ammette l’interesse per Sturaro: “Stefano è legato a Genova e al Genoa, noi l’abbiamo chiesto anche l’anno scorso e, se dipendesse da noi, lo prenderemmo anche al di fuori dell’affare Perin”. Infine spiega che il Genoa ha “preso Vodisek (classe ’98 dall’Olimpia Lubiana, ndr), che è un altro ragazzo di prospettiva”. Infine su Skorupski: “Sicuramente, è un giocatore che ci piace, faremo le nostre valutazioni”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.