Liverani: “Ho tanti bei ricordi del Genoa”

Il tecnico del Lecce parla della sua esperienza in rossoblù: "Possiamo dire che è tutto nato lì. Sono solo grato alla società per l'opportunità che mi ha dato"

554
Fabio Liverani (Foto Dino Panato/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ un Fabio Liverani a tutto campo che si è presentato in conferenza stampa alla vigilia di Genoa-Lecce. Oltre a parlare della gara di domani sera, il tecnico salentino si è soffermato anche sulla nuova composizione della serie B che potrebbe essere a 19 squadre. Ecco quanto riportato dai colleghi di Sololecce.it.

Stanchezza – “Credo che in questo momento della stagione la mezz’ora in più di gioco dei Supplementari fosse da evitare, ma abbiamo la rosa per affrontare anche un impegno ravvicinato. L’euforia di giocare in un contesto diverso dal consueto ci farà stare bene, poi non abbiamo avuto particolari intoppi fisici in ritiro”.

Ritorno a Genova – “Per me resterà la tappa di una nuova ripartenza, ho fatto solo esperienze positive, in prima squadra non è finita come avrei pensato ma rimane una avventura importante della mia carriera. Ho tanti bei ricordi, possiamo dire che è tutto nato lì. Sono solo grato alla società per l’opportunità che mi ha dato“.

Indicazioni – “Come sempre a questo punto della stagione guardo come stiamo nel complesso, non tanto ai risultati. Con la FeralpiSalò abbiamo fatto una buona gara contro un avversario che allo stato attuale esprime più o meno i nostri valori. Abbiamo fatto cose positive, la maggioranza, ma anche cose negative“.

Precedenti e prospettive – “La storia di questi pronostici dice che le squadre di Serie A sono favorite, il Genoa poi ha calciatori di levatura internazionale. Ma è una partita d’agosto, ci sono possibilità in più. Andiamo in Liguria liberi con la mente, è un fatto che ci potrà dare la possibilità di giocare con personalità e voglia di confrontarsi“.

Formazione – “Non credo che ci saranno tanti cambiamenti, vedremo dopo la rifinitura del pomeriggio se avrò recuperato totalmente anche qualcuno meno brillante fisicamente in questa fase. Cose comunque del tutto preventivabili. Solo giocando si trova la condizione”.

La Mantia e Bovo – “Quando La Mantia sarà ufficiale sarà utilizzabile, ora non lo è. Per quanto riguarda Bovo farà dieci giorni con noi, dovesse restare sarà un innesto importante. Faremo tutte le valutazioni del caso”.

Tabanelli – “Andrea è un calciatore con caratteristiche preziose, le ha fatte vedere anche in A in passato. Ha abbassato la testa, ha lavorato sodo, messo alle spalle i problemi. Ha certamente le carte per essere un valore aggiunto di questa squadra, rappresentando una sorpresa per tutti”.

Mercato – “Delle volte ci sono possibilità e intuizioni che possono cambiare tutto… Stiamo lavorando per cercare un calciatore con forza, vedremo cosa ci offrirà il mercato”.

Nuova B – “Se sarà a 19 penso sia la scelta più equilibrata e veritiera per lo sport. Per vincere bisogna farlo sul campo, non sulle disgrazie degli altri. Il nuovo format mi piace, finalmente lascia la parola al campo e la toglie ai tribunali. Bisognava dare un segnale per far capire che le categorie si conquistano durante la stagione”.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.