L’ultimo saluto a Nico Paccagnini

Luciano Paccagnini, presidente del Little Club e zio del ragazzo trovato morto a Oregina: "Era un raggio di sole"

183
Il funerale di Nico Paccagnini, barista del Little Club (Foto Pianetagenoa1893.net)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

C’erano tante persone alla cerimonia funebre di Nico Paccagnini celebrata nella chiesa dell’Ospedale San Martino di Genova. Il 35enne barista del Little club, nato in Kenya ma da circa 20 anni in Italia, era stato trovato morto lunedì scorso nel quartiere genovese di Oregina. I soci e gli amici si sono stretti con grande affetto a Luciano Paccagnini, presidente del club di tifosi più antico d’Italia e zio di Nico, oltre che agli altri parenti dello sfortunato ragazzo. “Nico per me era – ha detto Paccagnini al termine della cerimonia funebre – come un terzo figlio. Mi faceva arrabbiare e quando succedeva ero pronto a riprenderlo quando tornava a casa: ma quando arrivava, entrava un raggio di sole e tutto passava”. “Ricordo la tua allegria, la luce dei tuoi occhi nonostante i tanti grandi problemi che avevi. Nico hai fatto sempre il tuo dovere fino in fondo nel modo migliore: ricorderò il tuo bellissimo sorriso. Ciao Nico” ha aggiunto con grande commozione Guido Lavagna, vice presidente del Little Club.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.