Lettera/Paolo Guidetti: «Dopo tanto tempo finalmente viviamo un momento positivo sotto il cielo rossoblu»

Il professore Paolo Guidetti esprime la sua opinione sul ritorno di Ballardini e la campagna acquisti oculata di Preziosi

2978
Ballardini Genoa
Ballardini si sgola (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Buongiorno a tutti, finalmente viviamo un momento positivo come da tempo non se ve vivevano sotto il cielo rossoblu.

Dal fondo a metà classifica in un baleno o quasi, la sensazione crescente di potercela giocare con tutti e una squadra+tecnico che ci fanno sentire nuovamente orgogliosi. Si può vincere, pareggiare o perdere, ma con dignità e giocandosela fino alla fine. Questo alla fine abbiamo sempre chiesto, non la Coppa dei Campioni. Non a caso sono rimasti nostri idoli dei giocatori, talvolta non proprio campioni, ma che per i nostri colori ce la mettevano tutta.

Dopo tanto dire male, per correttezza e a titolo puramente personale, due paroline positive vanno dette per il Legale Rappresentante. Una per aver fatto una campagna acquisti ‘di riparazione’ oculata: nessuno stravolgimento, anzi, sono state colmate le lacune in ogni reparto, senza svendite all’ultimo secondo. La seconda per aver richiamato un allenatore con il quale, al di là delle ragioni o dei torti, il LR aveva avuto dei punti di scontro: ritornare sui propri passi e, implicitamente, aver riconosciuto un proprio errore, è cosa positiva.

Per il resto che dire, Ballardini ripaga coi risultati quell’affetto che ormai a Genova sarà per sempre, avendo risultati oltre ogni più rosea attesa. Godiamoceli e mettiamo punti in cascina, utili magari per i momenti in cui non tutto girerà per il verso giusto.

Speriamo soprattutto che da ora alla fine non scattino (come altre volte avvenne) quei meccanismi interni alla società di autolesionismo … le cose stanno andando per il meglio, stiamo tutti uniti e godiamocele … che ce le meritiamo, tutti insieme.

Saluti a tutti e buona domenica, sperando che questo maledetto virus sparisca, permettendo non solo di riempire gli stadi, ma soprattutto finindo di creare cosi tanta sofferenza e morte nel mondo.

Paolo Guidetti 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.