Serie A, tiri in porta: Genoa penultimo, Inter al nono posto

I rossoblù hanno tirato appena 39 volte contro i 54 dei nerazzurri

65
Laxalt festeggia dopo il gol con Veloso (foto Paolo Rattini/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Si avvicina il delicato match Inter-Genoa (delicato più per il Genoa che per l’Inter) di domenica e si può già stilare un primissimo bilancio della stagione attuale, stagione il cui avvio sta preoccupando buona parte della tifoseria e degli “intellettuali” del pallone. Avvio disastroso come non si vedeva da oltre quaranta anni (stagione 1976/77) con la panchina genoana occupata da Gigi Simoni. Per chi è corto di memoria, o non ha vissuto quegli anni calcistici: stagione del ritorno in Serie A con il Genoa terminato all’undicesimo posto (su sedici disponibili, retrocesse l’altra squadra di Genova); due punti nelle prime sei gare e sesta gara – corsi e ricorsi storici – proprio un Inter-Genoa vinto dai nerazzurri col minimo punteggio.

Tornando in avanti di 46 anni, dalle statistiche elaborate in tempo reale dalla Lega di Serie A, emerge almeno un dato altamente inquietante: il Genoa non tira in porta, almeno rispetto alle altre partecipanti. Penultimo posto con 39 tiri totali (solo la Spal ha fatto di peggio) di cui 21 nello specchio e 18 fuori. Per capire meglio i valori in campo, basti pensare che la capolista (nella speciale graduatoria) Milan ha “bombardato” le avversarie con 76 tiri totali (45 in porta). La prossima avversaria dei rossoblù viaggia al nono posto, in condominio con Atalanta e Torino. Per i meneghini allenati da Luciano Spalletti sono 54 i tiri sin qui prodotti, dei quali 31 indirizzati nello spazio aereo racchiuso tra i pali e la traversa.

L’Inter guarda dall’alto tutte le altre per il numero di corner battuti (39) contro i 22 del Genoa.

Tatticamente è meglio «Palla lunga e pedalare», come diceva il “Professore”, o «È sempre meglio far correre la palla, la palla non suda» di Roberto “Divin Codino” Baggio? Per i giocatori appartenenti alla società calcistica più antica d’Italia forse ha valore l’aforisma del “numero 10” (se però portasse a qualcosa). Infatti, sempre analizzando le statistiche di Lega, il Genoa in cinque gare disputate ha percorso 106.151 km. Tanti? Pochi? L’Inter ne ha macinati 109.278, la Juventus 107.119, il Chievoverona 111.977 che valgono la leadership della specifica graduatoria.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.