Tuttosport, la rivincita di Nikola Ninkovic

L'ex Genoa decisivo in B: lo vogliono a Mosca

3771
Nikola Ninkovic (Foto Paolo Rattini/Getty Images)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

C’è preoccupazione in casa Ascoli, perché i ragazzi allenati da mister Vincenzo Vivarini a gennaio potrebbero perdere uno dei grandi protagonisti della Serie B: un ex Genoa, il serbo Nikola Ninkovic, trascinatore dei bianconeri al momento 12mi in cadetteria con 15 punti. Il discorso è che Ninkovic, 17 presenze, 2 reti e un assist nella Serie A 2016/17 vissuta al Genoa, oltre a 3 presenze in Coppa Italia, è stato acquistato in estate dopo esser stato escluso dalle convocazioni diramate dal Grifone in vista del ritiro: da separato in casa, ricorda stamani Tuttosport, eccolo trasferirsi nelle Marche dove finora ha giocato 11 partite, segnando 2 volte e dispensando 3 assists.

Ala sinistra classe 1994, l’oggi 24enne originario di Bogatić s’era messo in mostra agli albori della prima gestione Juric: in quel Genoa, Ninkovic agiva da trequartista sinistro nel 3-4-2-1 che aveva in Rigoni e Ocampos i titolari, oltre a un attaccante di peso (Pavoletti/Simeone). Partì in sordina, il 2 ottobre 2016 gli furono concessi 18′ contro il Bologna, poi sprazzi di partita anche contro Empoli e Sampdoria. Il 25 ottobre eccolo titolare al Ferraris contro il Milan, colpo di testa al minuto 11′ ed esultanza in scivolata. Di lì in poi avrebbe visto una parabola discendente, il gol nel 3-4 contro il Palermo il 18 dicembre, tanta panchina e un infortunio nella seconda parte di stagione. Il 13 agosto 2017 rientrò in campo, in Coppa Italia contro il Cesena, 50′ prima della sua cessione all’Empoli: 20 partite e 4 reti nella scorsa Serie B, contributo alla promozione dei toscani prima del rientro a Genova e l’approdo – come detto – all’Ascoli. Oggi sono forti le sirene che vorrebbero Ninkovic lontano dall’Italia, dalla Russia è piombato l’interesse dello Spartak Mosca che lo vorrebbe portar via da un calcio – e da un Genoa – che non hanno saputo apprezzare il suo talento. Un talento che nel 2014 veniva segnalato dalla prestigiosa rivista Don Balón, quando ancora era al Partizan.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.