Si blocca la trattativa tra Preziosi e Cellino

Sputano alcuni nodi da sciogliere, riporta La Stampa Savona, ma la situazione non dovrebb'esser compromessa

71
Massimo Cellino (Foto Claudio Villa/Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Solo un incontro in privato tra Enrico Preziosi e Massimo Cellino potrebbe sbloccare in via definitiva il nodo sul passaggio di proprietà del Genoa. Si conoscono, sono amici, ma in questo caso ci sarebbe qualche divergenza tra i due, prima tra tutte quella sul piano economico: se l’attuale patron insiste nel fissare un prezzo, l’ex proprietario del Cagliari tentenna e vorrebbe rilevare il club a zero per poi impegnarsi a sanare la situazione debitoria. La strada non sembra affatto compromessa, ma la cessione del Grifone passerebbe attraverso vari step intermedi: il 25% in mano alla Fondazione sta per tornare tra i possedimenti di Preziosi (1 milione la cifra pattuita), il prossimo passo toccherebbe a Cellino e prevede un impegno scritto da quest’ultimo affinchè vengano fornite sufficienti garanzie di solidità. Il punto riguarda i vari debiti che la società ha accumulato con finanziatori e fornitori, dunque è obbligatorio che il neo proprietario (chiunque esso via) venga messo al corrente della situazione finanziaria del Genoa. Il Joker di Avellino contro Rocker cagliaritano, conclude La Stampa nella sua edizione di Savona e Provincia. Nel mentre i tifosi incrociano le dita e si aspetta trepidamente di sapere chi sarà l’allenatore nella prossima stagione.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.