Spunta il gelo tra Preziosi e Cellino

La trattativa si è incagliata, riporta La Repubblica Genova, ma l'ex presidente del Cagliari punta al buon fine delle operazioni

59
Enrico Preziosi (Getty Images)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Come nella maggioranza delle trattative, ecco che il meccanismo si incaglia proprio nel punto in cui si apre una consistente distanza tra domanda e offerta. Da un lato Enrico Preziosi, che non vuole per nessuna ragione regalare la società e anzi pretende una contropartita economica dal compratore per poter ricavare un introito. Dall’altro Massimo Cellino, che sa perfettamente che deve affrontare la pesante situazione dei debiti del Genoa. Insomma, se la vicinanza geografica tra i due è tranquillamente risolvibile (Cellino rientrerà in Sardegna dalle vacanze), quella economica non è dello stesso avviso. E anzi, secondo La Repubblica – Genova solo un incontro faccia a faccia delle due parti potrebbe far capire se ci siano i presupposti per andare avanti o interrompere tutto. Allo stato attuale c’è questo nodo da sciogliere, anche se con la volontà di ambedue si giungerebbe ad una soluzione in medias res. Come ricorda il quotidiano, del resto, la famiglia Cellino ha perso molti soldi nell’ambito cagliaritano e per loro (specie dopo la morte del padre di Massimo) il calcio ha smesso di esser solo un hobby: ecco il motivo di quest’oculatezza. E senza prima esser certi della situazione economica del Genoa, che per forza di cose dovrà avere i conti a posto, non si farà proprio nulla.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.