Gazzetta dello Sport: Spal-lata al Genoa, Juric rischia

Si fanno già i nomi dei possibili sostituti del tecnico croato: Edy Reja in pole su Davide Ballardini

60
Lapadula in azione (Foto Genoa cfc Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Resta indigesta, la trasferta del Paolo Mazza, per il solito Genoa poco brillante. E’ il minuto 56 quando l’ex Catania Antenucci ha fulminato Perin di prima intenzione. Juric è tornato sulla graticola, in procinto di saltare e tracollante come non mai, scena già vista di un copione che nessuno avrebbe voluto vedere: si parla di Edy Reja favorito su Ballardini per la sostituzione, mentre le telecamere inquadravano un Semplici rilassato e tranquillo. E’ il proverbiale altro lato della medaglia: il tecnico degli estensi ha ottenuto un successo che mancava da otto turni, riuscendo a ribaltare una gara che il Genoa ha cominciato meglio in virtù della superiorità tecnica dell’organico. Lapadula e Rigoni hanno sprecato il possibile vantaggio dopo soli 4′, Gomis attonito e bravo a non capitombolare ma soprattutto colossale chance buttata alle ortiche. Il resto è tutto firmato Taarabt, perché il marocchino ha creato una grande occasione in 4 vs 2 ma poi ha sbagliato il passaggio decisivo a Rigoni favorendo il recupero di Lazzari.

Niente scossa nella ripresa, scrive La Gazzetta dello Sport, perché poi Semplici ha piantato il pullman davanti a Gomis arroccandosi in un fortino chiamato 4-5-1, inespugnabile e coriaceo. E se Preziosi si è preso qualche ora per decidere, i 1500 tifosi rossoblù giunti ieri a Ferrara hanno chiamato i giocatori del Grifone sotto la curva: pretendono una decisa reazione, in attesa del derby che probabilmente emetterà la definitiva sentenza circa il futuro di Ivan Juric. Ammesso che entro quella data non sia già stato destituito…

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.