Juve bestia nera negli ultimi anni, ma il Genoa vuole invertire la tendenza

Il Genoa chiede strada alla Juve sia per continuare la propria rincorsa alla Champions, sia per interrompere una serie negativa che dura da troppo tempo

28
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Bisogna andare indietro nel tempo per ricordare con gioia una sfida tra Genoa e Juventus. Negli ultimi tre anni, infatti, solo amarezze, se si esclude il pareggio casalingo, in serie B, con Juric a replicare a Nedved, ed Adailton a farsi ipnotizzare dal dischetto da un super Buffon.

Per il resto, solo sconfitte. Nella cadetteria, all’”Olimpico” di Torino, finì 3-1 per i bianconeri, con Di Vaio a dimezzare lo svantaggio a seguito delle marcature di Nedved e Chiellini, e Trezeguet a chiudere i conti nella ripresa. Grandi recriminazioni per un gol regolare annullato a Gasparetto ed un fallo da rigore ai danni dello stesso attaccante in forza al Pisa.

L’anno scorso, in serie A, i ragazzi di Ranieri si imposero di misura tra le mura amiche grazie ad un gol di Del Piero nelle battute conclusive del primo tempo. Grande occasione capitata a Sculli nella ripresa, con Buffon ad opporsi da campione. A ritorno, invece, il bomber che non ti aspetti, Grygera, giocò un brutto scherzo ai Grifoni, firmando il 2-0 finale.

Non è andata meglio quest’anno: la Juventus, infatti, ebbe la meglio sul Genoa per 4-1, in virtù dei gol del solito Grygera, di Amauri, di Iaquinta e della sfortunata autorete di Papastathopoulos. Sul provvisorio 3-1, rete ospite realizzata da Milito su rigore. Allo stesso argentino, nel corso del primo tempo, annullata una rete regolarissima per fuorigioco inesistente. L’arbitro della gara? Quel Gianluca Rocchi che dirigerà anche la partita di domani.

Per ritrovare una vittoria del Genoa contro la Vecchia Signora bisogna risalire alla stagione 1991-92: Aguilera e Bortolazzi replicarono al gol su rigore di Eugenio Corini. Storico il successo dell’anno precedente (2-0), che sancì l’approdo del Genoa in Uefa e l’esclusione dei bianconeri: mattatori del match Claudio Branco e Tomas Skuhravy.

Il bilancio complessivo delle sfide a Marassi tra Genoa e Juventus registra sedici vittorie del Vecchio Balordo, diciassette dei torinesi e dieci pareggi, per un totale di cinquantasette gol realizzati dal Genoa e sessantotto dalla Juventus.

Claudio Baffico

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.