Thiago Motta imita Scoglio: «Chi non ama il Genoa si faccia da parte»

«Sturaro ha una leadership naturale, ho bisogno di gente come lui»

1581
Genoa Thiago Motta
Thiago Motta dà le sue indicazioni in allenamento (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Thiago Motta attinge dal patrimonio storico-culturale del Genoa ed entra, solo per un istante, nei panni di Franco Scoglio: «Chi non ama il Genoa si faccia da parte. Non ho bisogno di chi fa solo chiacchiere ma di gente che abbia a cuore il Grifone». Un messaggio forte, diretto a ogni componente rossoblù, molto simile, se non identico, al “Noi siamo il Genoa, chi non ne è convinto posi la borsa e si tolga le scarpe” del Professore. Tra l’altro il tecnico paulista cita come esempio il genoanissimo team manager Marco Pellegri, punto di riferimento che lavora dietro le quinte della squadra.

«Sono stato chiamato per salvare il Genoa, mica per qualificarmi in Champions League – ha specificato Thiago Motta – unità, spirito di sacrificio, convinzione in ciò che stiamo facendo: questo è ciò che vedo ogni giorno a Pegli». E il Grifo vuole ripartire proprio dalla qualità del lavoro quotidiano svolto tra le segrete del Pio-Signorini. «A Schöne manca l’Ajax? Penso sia normale non solo per l’assenza delle competizioni europee. Spero che un giorno dica lo stesso anche del Genoa, significa che qui ha lasciato il segno» spiega Motta in conferenza stampa.

Un passaggio anche sul Lecce: «Hanno un’identità precisa. Fanno più punti in trasferta perché giocano in contropiede mentre in casa, davanti al proprio pubblico, è necessario fare la partita attraverso il gioco». Thiago Motta medita alla difesa a tre ma preferisce dribblare la domanda: «Zapata ci mancherà perché è un grande giocatore ma con Criscito, Biraschi e Goldaniga e Romero posso supplire senza problemi». Infine una battuta su Pinamonti e Sturaro: «Oltre ai due gol Andrea ha fatto bene altre cose contro l’Ascoli. Stefano ha una leadership naturale dentro e fuori dal campo: ho bisogno di gente come lui». Uno dei tanti che amando il Genoa sicuramente non si faranno da parte.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.