Thiago Motta: «Giocare il derby è un privilegio. Genoa, vinciamolo»

Il tecnico paulista esorcizza la stracittadina senza mai citare il nome degli avversari

1013
Thiago Motta Genoa
Mister Thiago Motta (@OptaPaolo)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Churchill diceva che gli italiani perdono le guerre come se fossero partite di calcio e partite di calcio come se fossero guerre. Thiago Motta, che italiano lo è per via di uno bisnonno polesano, sembra aderire al pensiero dello statista inglese (che tifava QPR) in relazione al derby: «Novanta minuti, undici contro undici. I miei giocatori daranno il massimo per vincerlo perché conoscono il suo valore ma, attenti, è sempre una partita di calcio. Sono sereno, zero paura: chi gioca il derby deve sentirsi un privilegiato». Il tecnico del Genoa preferisce non arroventare un clima che implicitamente non sarà quello delle solite domeniche.

Il Grifone non vince il derby dal maggio 2016: «I precedenti non peseranno, anzi devono essere uno stimolo in più per vincere. I ragazzi devono costruire il loro pezzo di storia senza badare a ciò che è successo in passato». Non esistendo una formula magica per vincere mister Motta spiega cosa vorrà vedere dal Genoa: «Gioco di squadra, entusiasmo, voglia di lottare assieme. I colori rossoblù si difendono con il cuore: lo dimostreremo in campo». Il Grifone avrà gli uomini contati: in attacco a disposizione Pinamonti e Favilli che possono giocare assieme fin dal principio.

La strada di Thiago Motta s’interseca con quella di Claudio Ranieri, suo ex allenatore (ma solo per poche settimane) ai tempi dell’Inter: «E’ un piacere affrontarlo da collega. Mi piace il suo modo elegante di vivere il calcio». E a proposito di calcio, inteso come proposta di gioco, il tecnico paulista precisa una volta per tutte: «Il mio calcio non è spagnolo. Voglio vincere di squadra, attaccando nei momenti in cui ho la palla». Quindi basta riferimenti al tiqui-taqua catalano: lo stile di Thiago Motta è originale. A prescindere se il Genoa vincerà o perderà una partita percepita come se fosse una guerra.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.