Roberto Sabatino: «Il mio libro nasce dall’orgoglio genoano» (VIDEO)

L'autore di "Noi che vincemmo a Wembley" racconta: «Ho voluto ricordare una vittoria indelebile nell'ultima Coppa Anglo Italiana, quando i giocatori salirono i 39 gradini dopo aver battuto il Port Vale»

226
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

«L’idea di questo libro è nata dall’orgoglio genoano e dalla volontà ricordare una vittoria abbastanza recente, salendo i 39 gradini per alzare la coppa dopo la vittoria per 5-2 col Port Vale». Roberto Sabatino, autore di “Noi che vincemmo a Wembley” e collaboratore di Pianetagenoa1893.net, racconta com’è nato il suo libro, presentato stasera al Museo della Storia del Genoa: un gesto d’amore verso quel il Genoa che vinse in quel mitico 17 marzo 1996 la Coppa Anglo Italiana, l’ultima messa in palio prima del suo definitivo tramonto. «Fu un cammino importante – prosegue Sabatino – dai gironi iniziali, fino alle finali e mi sembrava doveroso ricordarlo». L’autore ricorda di quel giorno: «Quel giorno c’era il primo sciopero dei calciatori della storia del nostro campionato e la Rai aveva trasmesso la finalissima Genoa-Port Vale in diretta da Wembley: allora non c’era l’enorme seguito mediatico attuale, con le pay tv. Per me aver visto il Genoa giocare in diretta tv e a Wembley è un ricordo indelebile».

Si ringrazia Riccardo Grossi per la cortese disponibilità

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.