Primocanale, derby: otto diffidati nel Genoa, le condizioni di Sturaro, Behrami e Cassata sotto osservazione

Giovanni Porcella: «Infortunati, acciaccati e diffidati. Ecco le preoccupazioni di Nicola in vista delle ultime quattro partite del Grifone»

4981
Nicola Biraschi Behrami Genoa
Le indicazioni di Nicola a Biraschi e Behrami (foto di Genoa CFC Tanopress)

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Infortunati, acciaccati e diffidati. Ecco le preoccupazioni di Nicola in vista delle ultime quattro partite del Genoa. Salgono ad otto i giocatori a rischio squalifica nella rosa rossoblu. Un problema in più per il tecnico in vista del difficile finale di campionato. E In casa rossoblù in diffida ci sono Lerager, Goldaniga, Masiello, Ghiglione, Favilli, Cassata, Zapata e Pandev. Una truppa dal pericolo giallo che va monitorato dalla sfida con l’Inter fino a quella col Verona. E a partire dalla stracittadina ci sono da valutare gli infortunati Sturaro (solo in campo 13′ col Lecce) Behrami (nella foto) e Cassata domenica in tribuna. Il tecnico rossoblù però ora può contare su 4 punti in più sul Lecce che però attraverso le disinvolte dichiarazioni del suo allenatore Liverani è quasi sicuro di poter vincere tre partite su quattro e indica nei nove punti da conquistare la salvezza, dando per scontato che il Genoa non ne farà 5. Ci sta nel gioco psicologico queste schermaglie a cui però Nicola giustamente non partecipa. Il Genoa neppure, altrettanto comprensibilmente. Più delle parole servono i fatti. Il Grifone seppur soffrendo superando il Lecce ha il destino nelle proprie mani.

Dietro l’angolo c’è la Sampdoria già salva e in stato di grazia soprattutto in attacco dove segnano un po’ tutti in particolare Bonazzoli. Match duro per Criscito e compagni che devono recuperare energie. Formazione ancora in alto mare e gli ultimi allenamenti saranno decisivi. Nicola può contare su un Jagiello in più, gasato dal gol realizzato contro i salentini in collaborazione con il portiere Gabriel, che è valso i tre punti fondamentali nello scontro diretto. Jagiello non giocava dall’ultimo match prima dello stop per Coviod ed era l’8 marzo. Il polacco si candida titolare contro i blucerchiati così come Lerager. Schöne invece non si è quasi mai fermato. Nicola per quanto riguarda la difesa ha più scelte fresche perché ha fatto riposare Biraschi e Goldaniga mentre in avanti c’è l’imbarazzo della scelta.

Giovanni Porcella – Primocanale 

CLICCA QUI PER COMMENTARE LA NOTIZIA SUL SITO DI PRIMOCANALE

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.