Orlandin (lospallino.com) a PG: «Spal-Genoa, scontro diretto. Semplici pensa alla difesa a quattro»

«Federico Di Francesco può giocare dal primo minuto» spiega il direttore

629
Semplici Spal
Mister Semplici (foto del profilo Twitter della Spal)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Pianetagenoa1893.net ha intervistato in esclusiva Alessandro Orlandin, direttore de lospallino.com, in vista di Spal-Genoa. La sfida del Mazza tra le squadre di Semplici e Thiago Motta chiuderà la tredicesima giornata di Serie A. Entrambe le squadre sono reduci da un doppio 0-0 in trasferta.

Come arriva la Spal alla partita col Grifone? «Gli uomini di Semplici si sono ricaricati durante la sosta dopo qualche uscita poco brillante sul piano fisico. Contro il Genoa peseranno le assenze degli squalificati Cionek e Tomovic, ex rossoblù. La buona notizia è il rientro di Federico Di Francesco dopo due mesi d’infortunio muscolare, addirittura può partire titolare».

Semplici può passare alla difesa a quattro? «Il sospetto è proprio questo. Ieri la Spal ha svolto un’amichevole a porte chiuse contro un club di Serie D: è un inedito che mi fa pensare a una variante tattica da provare lontano da occhi indiscreti. Il mister dispone solo di due difensori mancini e uno destro: i terzini della difesa a quattro possono essere Sala a destra e uno tra Igor o Reca a sinistra».

E’ una gara decisiva per il destino di mister Semplici? «Salvo disfatte, no. La società ha ribadito più volte la fiducia nel tecnico che gode altresì dell’appoggio dello spogliatoio. La Spal è chiamata a fare punti contro il Genoa e non sbagliare lo scontro diretto perché il calendario di dicembre sarà complicato».

Com’è giudicato il Genoa dai ferraresi? «E’ una squadra che per blasone e per organico non ha nulla a che vedere con le zone basse della classifica sebbene gli ultimi due o tre anni dicano il contrario. Il Grifone è un avversario diretto dotato di ogni mezzo per risalire».

Spal-Genoa scenderanno in campo conoscendo il risultato di tutte le altre partite… «Non amo le gare al lunedì sera, è una collocazione che non incuriosisce il pubblico del calcio. Sono certo, però, che i giocatori di ambo le squadre baderanno poco al punteggio delle avversarie».

Alessandro Legnazzi

RIPRODUZIONE DELL’ARTICOLO CONSENTITA SOLO PER ESTRATTO PREVIA CITAZIONE DELLA FONTE: WWW.PIANETAGENOA1893.NET

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.