Nicola: «Dopo un rigore sbagliato non ci siamo disuniti, questo è segno di un cambiamento»

Il tecnico del Genoa: «Dopo il secondo tempo con la Roma e la gara di oggi ho visto finalmente continuità, abbiamo gestito meglio la palla, anche se siamo ancora troppo lenti»

2177
Nicola Genoa
Nicola tra i giocatori (Foto Genoa cfc Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

E’ soddisfatto Davide Nicola a fine della partita con la Fiorentina ai microfoni di Sky Sport.
Un punto guadagnato. O due punti persi?
«Direi soprattutto una buona prestazione. Direi che siamo un poco arrabbiati, ma di una arrabbiatura che deve essere costruttiva. In altri momenti una gara cosi devi assolutamente vincerla, se non altro perché hai avuto le occasioni più limpide, le migliori. Quello che mi interessa in questo momento è di poter dare alla squadra una identità certa; direi che dopo il secondo tempo con la Roma e la gara di oggi ho visto finalmente continuità, abbiamo gestito meglio la palla, anche se siamo ancora troppo lenti. Dobbiamo essere più sicuri, dobbiamo essere più intraprendenti, e credere in quello che facciamo, con una strafottenza positiva. Dobbiamo cercare le punte con più velocità, per diventare più imprevedibili. Insomma, la prestazione dei ragazzi è stata positiva ed in forte crescita.
Dobbiamo. Migliorare ancora, facendo punti, e la cosa non è mai facile quando. Si è infondo alla. classifica. Comunque, per me un punto. Guadagnato, ma noi dobbiamo sentirci infastiditi per non aver colto il bottino pieno. Di positivo c’e il fatto che non abbiamo perso: dopo un rigore sbagliato non ci siamo disuniti, questo è segno di un cambiamento. Gol specie negli ultimi minuti; in altre gare i minuti finali ci sono stati fatali.
Dobbiamo realizzare nelle nostre menti che indossiamo. Una maglia prestigiosa, di cui andare fieri».
Franco Ricciardi

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.