Massimo Prati – Quando Sepulveda festeggiò il suo compleanno con la sciarpa del Genoa

Il frammento di memoria dello scrittore genovese e genoano

2577
Sepulveda
Lo scrittore Luis Sepulveda, scomparso il 16 aprile 2020

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Lo scrittore genovese e genoano Massimo Prati ha estrapolato un passo del suo “I Racconti del Grifo. Quando parlare di Genova è come parlare di Genova“, scritto nel 2017. Nel frammento Prati ricorda un curioso aneddoto che lega Luis Sepulveda, scomparso oggi a causa del coronavirus, e il Genoa. Buona lettura.

«Il Genoa, Genova, Montevideo, Buenos Aires, l’America Latina. È un rapporto oramai secolare, che ha lasciato traccia di sé anche nella letteratura sudamericana. Non solo in quel Splendori e Miserie del Gioco del Calcio appena citato (e dove, naturalmente, Abbadie rientrava nella categoria degli splendori), ma anche in Fútbol, la raccolta di racconti del giornalista sportivo e scrittore argentino Osvaldo Soriano, in cui un agguerrito anarchico genovese guidava la squadra nazionale italiana in un fantomatico e surreale campionato del mondo, giocato nella Patagonia argentina del 1942.
È un grande feeling, quello tra il Grifo e gli scrittori sudamericani: ricordo ancora lo scrittore cileno Luis Sepulveda festeggiare, una dozzina o una quindicina anni fa, il proprio compleanno con la sciarpa del Genoa al collo (e per di più al teatro Gustavo Modena di Sampierdarena)».
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.