Lazovic regala un punto che ne vale tre: reazione Genoa

La volée del serbo è una vampata di ottimismo in un ambiente abbattuto dalle recenti sconfitte rossoblù

1303
Lazovic
Il gol di Lazovic al Napoli (foto di Genoa CFC Tanopress)
Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

Un punto che ne vale tre. Il gol di Lazovic è oro per il Genoa che finalmente smuove i 33 punti in classifica e va a meno sei dalla salvezza matematica a sette giornate dal termine. Un gol che vale oro, quello di Lazovic, uno che non ti aspetti ma che all’improvviso conquista il San Paolo con un tiro da campione. Destro, gol. La volée del serbo, senza scomodare il ben più noto connazionale Djokovic, è una vampata di ottimismo in un ambiente abbattuto dalle recenti sconfitte rossoblù. La migliore risposta è sempre quella data sul campo e a Napoli il Grifone ha dimostrato di avere capacità di reinterpretare una partita che sembrava persa già dopo mezz’ora.

Il tackle di Sturaro (un gesto sopra le righe che poteva essere evitato) e il gol di Mertens lasciavano presagire il peggio per il Genoa. Sotto di un uomo e di un gol, invece, la squadra di Prandelli ha messo in campo forza e carettere per non subire il 2-0 e proporre calcio. Un reazione di gruppo, più emotiva che tecnica, capace di generare un risultato insperato su un campo difficile. Il Grifone si è preso ciò che l’acquitrino dell’andata gli aveva tolto.

Radu ha agevolato il pareggio e, si sa, quando un portiere è efficace negli interventi significa che la squadra è in sintonia. Il numero uno rossoblù, il giocatore più in forma dell’ultimo mese, ha eseguito almeno tre parate di spessore, tutte quante basse. La prima su Callejon, poi due volte con i piedi su Koulibaly (grave ingenuità di Kouamé che si fa borseggiare palla al limite) e sulla deviazione di Günter. Ha funzionato tutto a Napoli, a cominciare dalla reazione in inferiorità numerica. Da vera squadra, quella che i tifosi si augurano di vedere domenica al derby. Dopo aver conquistato un punto che ne vale tre.

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.