IL PAGELLONE: Rossi è una furia, Jankovic dà  spettacolo

Il capitano disputa una gara perfetta, il serbo non sbaglia nulla. Molto bene anche Olivera e Thiago Motta. Rubinho non irreprensibile, Modesto e Milanetto fuori fase

25

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.

GENOA

RUBINHO 5,5: entrambi i gol del Chievo arrivano dall’area piccola. Qualche responsabilità è indubbia.

ROSSI 7,5: un gladiatore. Gioca la migliore partita stagionale in un ruolo teoricamente non suo. Stratosferico.

FERRARI 6: sempre puntuale, soprattutto di testa, ma non esente da colpe in occasione delle due reti gialloblù.

BOCCHETTI 5,5: discorso analogo a quello di Ferrari anche se, rispetto al compagno di reparto, pasticcia di più in fase di disimpegno.

MILANETTO 5,5: impreciso nei passaggi, lento e macchinoso in fase di ripartenza.

JURIC 6,5: in dubbio fino all’ultimo, gioca una partita all’insegna del carattere.

THIAGO MOTTA 7: finalmente il giocatore che qualche settimana fa dettava i tempi della squadra. Ritrovato.

MODESTO 5,5: il suo apporto è inconsistente. Esce ad inizio ripresa.

(VANDEN BORRE 6): non sfigura. Gioca semplice ma perde meno palloni del solito.

SCULLI 6: pericoloso nel primo tempo con un colpo di testa sventato da Sorrentino. Convince solo a sprazzi.

(OLIVERA 7): segna il primo gol stagionale del Genoa su punizione, il suo secondo al Chievo sui tre totali.

MILITO 6,5: ben controllato. Ha il merito di procurarsi e trasformare il rigore del provvisorio 1-1.

JANKOVIC 7,5: partita maiuscola. Sfiora più volte il gol ma la traversa e Sorrentino glielo negano.

(SIGNORINI S.V.)

CHIEVO

SORRENTINO 7,5: è merito suo se il Chievo torna a casa con un punto.

FREY 5: l’anello debole della difesa gialloblù.

MANDELLI 6,5: cerca di arginare Milito: spesso ci riesce, anche se con le maniere forti.

YEPES 6,5: provoca il rigore dell’1-1. Per il resto quasi impeccabile.

MANTOVANI 6: controlla bene Sculli riducendo al minimo i rischi.

LUCIANO 7: a tratti imprendibile, serve palloni a ripetizione a Pellissier e Bogdani. Suo l’assist del vantaggio ospite.

MARCOLINI 6: partita attenta ed essenziale.

(ESPOSITO S.V.)

RIGONI 6: non incide quasi mai. La morsa dei centrocampisti genoani lo limita molto.

PINZI 6,5: segna il gol dell’1-0 e combatte con profitto nella sua zona di competenza.

(BENTIVOGLIO 6,5): avrebbe meritato di giocare dal primo minuto. Fa correre più di un brivido ai genoani con un rasoterra dal limite, disegna la traiettoria del corner da cui scaturisce il gol del 2-2.

PELLISSIER 6,5: sempre in agguato. Nel primo tempo si vede annullare un gol per fallo di mano ma nella ripresa si riscatta.

BOGDANI 5,5: non sembra mai in condizione di creare grattacapi a Rubinho. Statico e prevedibile.

(LANGELLA 6): offre un buon contributo nel momento topico del match.

 

Accetta i marketing-cookies per visualizzare questo contenuto.